18 lug 2014

Può essere che hai insegnato ciò che è la libertà ma non hai imparato ad essere libero.

Sat Nam bello essere divino! Tante benedizioni in questo giorno perfetto. Che questo giorno sia pieno di luce e di verità, che tutto ciò che fai sia guidato da Dio. Ti amo.

Padre, la Tua pace è mia. Che necessità ho di temere che qualcosa possa rubarmi quello che mi hai fornito e che è mio per sempre? 

Io non posso perdere i doni che mi hai dato. 

Pertanto la pace che mi hai concesso continua ad essere con me, nel silenzio e nell'amore eterno ti professo.

Se oggi qualcosa ti disturba, impara a negarlo nella tua mente e così a trovare la pace. 

Ho bisogno solo di dire alla mia mente con assoluta certezza: "Mio è il silenzio della pace di Dio", e nulla può disturbare la pace che Dio stesso mi ha dato" Ti amo! Namastè.
Saluto al Sole, Saluto alla Luna - DVD
Tecniche energetiche per rivitalizzare mente e corpo

Capitolo 16
Il perdono delle illusioni
III- Le ricompense che derivano dall'insegnare.
1. Abbiamo imparato che tutto il mondo insegna e che insegna continuamente. 

E' possibile che tu hai insegnato bene, ma che non hai imparato ad accettare il benessere che ti produce ad insegnare.

Se esaminassi ciò che hai insegnato e vedessi quanto lontano stai da ciò che credevi di sapere, non potresti che renderti conto che il Tuo Insegnante è oltre il tuo sistema di pensiero.

Pertanto Egli ha potuto vedere obbiettivamente e percepire che non era vero. 

Ha dovuto fare questo basandosi in un sistema di pensiero molto differente, che non ha nulla di comune con il tuo.

Perché certamente ciò che Egli ha insegnato e ciò che tu hai insegnato attraverso Egli non hanno niente di comune con ciò che tu insegnavi prima che Egli arrivass.

E come risultato di questo hai portato pace lì dove prima c'era dolore e la sofferenza è sparita ed è rimpiazzata dall'allegria.
2. Può essere che hai insegnato ciò che è la libertà ma non hai imparato ad essere libero. 

Ho detto prima: “per i suoi frutti li conosceresti e loro conosceranno se stessi”

Perché è senza dubbio che giudichi te stesso di accordo con ciò che insegni. 

Gli insegnamenti dell'ego producono risultati subito perché accetti le sue decisioni rapidamente come la tua scelta.

E questa accettazione significa che sei disposto a giudicare te stesso nella stessa maniera. 

Causa ed effetto sono chiaramente definiti nel sistema di pensiero dell'ego, perché il tuo apprendimento è stato portato a stabilire la relazione che c'è tra di loro.

E come non avresti fede in ciò che tanto diligentemente hai insegnato a te stesso a credere? 

Ricorda, nonostante ciò, quanta cura hai esercitato quando hai scelto i tuoi testimoni e quanto hai fatto per evitare quelli che parlano in favore della causa della verità e dei suoi effetti.
3. Non ti dimostra che non hai imparato ciò che hai insegnato il fatto che non percepisci la Filiazione come Una?

Non ti dimostra anche che non consideri te stesso come Uno? 

Perché è impossibile insegnare efficacemente se non hai la convinzioni ed è ugualmente impossibile che la convinzione si possa trovare fuori da te.

Non avresti potuto mai insegnare ciò che è la libertà di non essere perché hai creduto in essa. 

Ciò che hai insegnato quindi è dovuto procedere da te. 

Sebbene è evidente che non conosci l'Essere che sei e che non lo riconosci anche se è attivo in te.

Ciò che è attivo deve essere presente. 

E negando solo le Sue Opere è l'unica maniera con cui potresti negare la Sua presenza.
4. Il proposito di questo corso è che tu impari a conoscere te stesso. 

Hai insegnato ciò che sei ma non hai permesso che ciò che sei possa insegnare a te.

Hai avuto molta cura evitando l'ovvio e evitando di vedere la vera reazione che esiste tra causa ed effetto, la quale è perfettamente evidente.

Dentro di te, nonostante ciò, si trova ciò che hai insegnato. 

Quale parte di te è quella che non ha imparato? 

Deve essere quella parte che in realtà è esterna a te, non perché tu l'hai proiettata ma perché è così in verità.

Ed è quella parte che hai accettato dentro di te, quella che non è ciò che sei. Ciò che accetti nella tua mente non può cambiarla per niente.

Le illusioni non sono che credere in qualcosa che non esiste. 

E l'apparente conflitto tra la verità e l'illusione può solo essere risolta separandoti dalla illusioni e non della verità.
5. Ciò che hai insegnato ha raggiunto questo già, perché lo Spirito Santo è parte di te. 

Perché è stato creato da Dio, Egli non l'ha abbandonato, né a Dio né alla Sua Creazione.

Egli è a sua volta anche Dio e tu nella stessa maniera sei Dio ed Egli. 

Perché la Risposta di Dio alla separazione ti ha dato più di ciò che tu hai tentato di portare con te.

Egli ha protetto tanto a te come alle tue creazioni, perché ti ha mantenuto unito a ciò che tu hai voluto escludere.

E le tue creazioni sono molto reali, perché sono parte dell'Essere che ancora non conosci. 

Se comunicano con te attraverso lo Spirito Santo perché tu possa imparare a insegnare ciò che sei, ti offrono piacevolmente il suo potere e la sua gratitudine per la sua creazione a te che sei la sua casa.

Tu che sei l'ospite di Dio, lo sei anche di loro.  

Perché niente di reale ha abbandonato mai la mente del suo creatore. E ciò che non è reale non è stato mai in essa.
6. Tu non sei due esseri in conflitto. 

Cosa può avere oltre Dio? 

Se tu che tieni Egli, a chi Egli contiene, sei l'universo, tutt'altro deve essere fuori dove non esiste niente.

Hai insegnato questo e da molto lontano nell'universo, anche se non oltre te stesso, i testimoni del tuo insegnamento sono congregati per aiutarti ad imparare.

La sua gratitudine è unita alla tua e a quella di Dio per fortificare la tua fede in ciò che hai insegnato.

Perché ciò che hai insegnato è la verità. 

Se scegli di essere solo, stai escludendo te stesso dall'insegnamento e mantiene te stesso separato da esso.

Però unito a loro non puoi che imparare che soltanto hai insegnato a te stesso e che hai imparato dalla convinzione che hai condiviso con loro.
7. Quest'anno inizierai ad imparare e farai che ciò che impari sia comparabile a ciò che insegni. 

Hai scelto questo perché sei stato disposto ad insegnare.

Anche se insegnare sembrava di provocarti dolore, avrai a tua disposizione la gioia che deriva da questo.

Perché la gioia è nell'alunno che offre questo all'insegnante con gratitudine e lo condivide con lui.

Man mano che continui ad imparare la tua gratitudine verso Tuo Essere, che ti insegna ciò che Egli è, aumenterà e ti aiuterà ad onorarlo.

E ti renderai conto del Suo potere, della Sua forza e della Sua purezza e lo amerai come il Suo Padre lo ama. Il Suo Regno non ha limiti, né c'è niente in Egli che non sia perfetto ed eterno.

Tu sei tutto questo e non c'è nulla a parte di questo che possa essere ciò che tu sei.
8. Il Tuo santissimo Essere è degno di tutta la gloria per quello che sei, e perciò che è Quello che ti ha creato così come sei.

Prima o poi tutti devono costruire un ponte per salvaguardare il divario che li separa dal suo Essere, e quando saranno disposti a fare un leggero sforzo per costruirlo.

I suoi sforzi sono poderosamente salvaguardati dalla fortezza del Cielo e dalla volontà insieme di tutti ciò che fanno che il Cielo sia ciò che è, perché sono uniti dentro di esso.

E così quelli che sono disposti ad attraversare saranno letteralmente trasportati verso l'altro lato.
9. Il tuo ponte è costruito meglio di ciò che immagini e i tuoi piedi sono saldamente in esso.

Non avere dubbi che l'attrazione di quelli che sono dall'altro lato aspettandoti, ti aiuterà ad attraversare senza contrattempi. Perché arriverai lì dove vuoi stare e dove ti aspetta il tuo Essere.  Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli
I Cinque Tibetani - DVD
La pratica dell'eterna giovinezza - Videocorso con Esercizi Preparatori

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO