Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

19 mar 2014

La depressione significa che hai rinnegato Dio. Parte 2.

Sat Nam miei cari fratelli!! Pioggia di benedizioni. Oggi abbiamo una nuova opportunità per decidere tra il dolore e la pace. Per ascoltare la Voce di Dio o la voce dell'ego.

Oggi abbiamo un'altra opportunità per imparare a riconoscere l'attacco come una petizione di amore. Perché l'attacco è una supplica di amore attraverso la quale si riconosce incoscientemente ciò che è stato negato.

Padre, oggi consegno a Cristo tutto ciò che è mio perché Egli possa utilizzarlo nel modo più vantaggioso per lo scopo che condivido con Egli.

Nulla è esclusivamente mio, perché Egli e io siamo uniti in uno stesso proposito. Oggi consegno i miei occhi, la mia bocca, le mie mani e i miei piedi, e tutti ciò che sono al proposito di Cristo. Padre sto al tuo servizio perché tu posa utilizzare me per benedire il mondo con i Tuoi miracoli.
Riso Basmati Integrale
Capitolo 10. 
Gli idoli della malattia
V. La negazione di Dio.
8. Non ricorrere al dio della malattia per guarire, ma solo al Dio dell'amore, perché guarire significa che lo hai riconosciuto. 

Quando lo riconoscerai saprai che Egli non ha mai smesso di riconoscere te e che nel Suo riconoscimento di te radica il tuo essere.

Non sei malato e neanche puoi morire

Ma puoi confondere te stesso con le cose che muoiono. Ricorda quindi, che fare questo è una bestemmia, perché significa che stai contemplando senza amore verso Dio e la Sua Creazione, da cui Egli non può essere separato.
9. Solo l'eterno può essere amato, perché l'amore non muore mai. 

Ciò che è di Dio è Suo per sempre e tu sei di Dio. 

Come potrebbe Egli permettere a Se stesso di soffrire? 

Come potrebbe offrire a Suo Figlio qualcosa che non fosse accettabile per Egli?

Se accettassi te tale come Egli ti ha creato, sarebbe impossibile che tu potessi soffrire

Tuttavia, per accettare te tale e quale come Dio ti ha creato devi riconoscere Egli come il tuo Creatore. 

Questo non si deve al fatto che per negarti a esso ti si punisca.

Si deve semplicemente al fatto che riconoscere Tuo Padre è Riconoscere te stesso tale e come sei

Tuo Padre ti ha creato completamente libero di peccato, completamente libero di dolore e completamente salvo da tutta la sofferenza.

Se neghi  Tuo Padre starai invitando il peccato, il dolore e la sofferenza alla tua mente dovuto al potere che Egli ti ha dato. 

La tua mente è capace di create mondi, ma può anche negare ciò che crea perché è libera.
10. Non ti rendi conto di quanto stai negando a te stesso, né di quanto Dio nel suo amore desidera che non sia così. 

Nonostante Dio non interferirebbe nelle tue decisioni, perché non potrebbe conoscere Suo Figlio se questo non fosse libero.

Interferire nelle tue decisioni sarebbe attaccare Se Stesso e Dio non è pazzo. Quando tu neghi Egli sei tu quello che è demente. 

Derideresti che Egli condividesse la tua demenza?

Dio ha dato se stesso a te, nella tua creazione e i Suoi doni sono eterni. Negheresti a te stesso la possibilità di avvicinarti a Egli?
11. Come risultato delle offerte che fai a Egli, sarà restituito il Regno a Suo Figlio. 

Suo Figlio ha escluso se stesso dal Suo dono quando si è negato ad accettare ciò che era stato creato per lui e ciò che lui aveva creato nel nome del suo Padre.

Il Cielo aspetta il tuo ritorno, perché è stato creato per essere la dimora del Figlio di Dio. Tu non sei felice in nessun'altra parte né in nessun'altro stato. 

Non negare te la gioia che è stata creata per te in cambio della infelicità che tu hai creato per te stesso.

Dio ti ha dato i mezzi per disfare ciò che tu hai fatto. Ascolta e imparerai a ricordare ciò che sei.
12. Se Dio sa che i suoi Figli sono completamente impeccabili, è una bestemmia percepirle come colpevoli. 

Se Dio sa che i Suoi Figli non possono soffrire alcun dolore, è una bestemmia percepire sofferenze in qualsiasi parte.

Se Dio sa che i Suoi Figli sono completamente gioiosi, è una bestemmia sentirsi depresso

Tutte le illusioni e le molteplici forme che la bestemmia può adottare sono le negazioni ad accettare la creazione tale e come è.

Dio ha creato il Suo Figlio perfetto, così è come devi imparare a considerarlo, perché tu possa conoscere la realtà. 

E come parte della Filiazione, così è come devi considerare te stesso per poter conoscere la tua.
13. Non percepire nulla che Dio non abbia creato o staresti negando Egli. Sua è l'unica Paternità che esiste, ed è tua solamente perché Dio l'ha dato a te.

Le offerte che fai a te stesso non hanno senso, ma le offerte che fai alle tue creazioni sono come le Sue, perché le fai nel Suo Nome.

Perciò le tue creazioni sono tanto reali come le Sue. Credi che le cose malate che hai fabbricato sono le tue vere creazioni, perché credi che le immagini malate che percepisci sono i Figli di Dio. 

Solo accettando la Paternità di Dio avrai qualcosa, perché la Sua Paternità ha dato tutto a te. Perciò negare Egli è negare te stesso.
14. L'arroganza è la negazione dell'amore perché l'amore condivide e la arroganza no. Mentre entrambe cose ti sembrano desiderabile, il concetto di scegliere, che non procede da Dio, continuerà con te.

Sebbene questo non è vero nell'eternità, nel tempo lo è, in modo che mentre il tempo continua nella tua mente sarai costretto a scegliere. 

Il tempo in se stesso è qualcosa che tu hai scelto. Se vuoi ricordare l'eternità devi contemplare solo l'eterno.

Se permetti che il temporale ti preoccupi starai vivendo nel tempo

Come sempre la tua scelta sarà determinata per ciò che valori. 

Il tempo e l'eternità non possono essere entrambi reali, perché contrastano tra di loro. 

Solo con l'accettare quella senza tempo, come l'unico che è reale, inizierai a capire ciò che è l'eternità e potrai farla diventare tua. Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. Google Tutti post del corso di miracoli