Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

13 nov 2014

Nella relazione santa ognuno ha guardato dentro se stessi e non ha visto nessuna insufficienza.

Sat Nam bello essere divino! Tante benedizioni e tanto amore a te che sei parte di me! 

Tu sei come Dio ti ha creato.

Onora oggi il tuo essere e non rendere culto alle immagini che hai fatto perché loro fossero il figlio di Dio invece di ciò che lui è.

Nel più profondo della tua mente il santo Cristo aspetta che tu possa riconoscerlo come ciò che tu sei.

E mentre non lo riconoscerai e lui rimarrà un estraneo per te tu continuerai ancora ad essere perso e non sapere chi sei.
Un Giorno alla Volta - Libro
Verso Te Stesso
Capitolo 22.
La salvezza e la relazione santa.

1. Abbi pietà di te stesso, tu che per tanto tempo sei stato schiavizzato. Rallegrati che quelli che Dio ha unito si sono riuniti e non hanno già il bisogno di continuare a contemplare il peccato separatamente.

Non è possibile che due individui possano contemplare il peccato insieme, perché non potrebbero vederlo mai nello stesso luogo e neanche allo stesso tempo.

Il peccato è una percezione strettamente personale che si vede solo nell'altro ma che ognuno crede che è dentro se stesso.

E ognuno sembra di commettere un errore differente che l'altro non può comprendere. 

Fratello si tratta dello stesso errore commesso, perciò è lo stesso errore, commesso da quello che è lo stesso ed è perdonato da quello che lo ha commesso nella stessa maniera.

La santità della tua relazione perdona a te e a tuo fratello e cancella gli effetti di ciò che entrambi avete visto e creduto.

E quando spariscono questi effetti sparisce anche la necessità del peccato.
2. Chi ha la necessità del peccato? Unicamente quelli che vagano per conto suo e in solitudine credendo che i suoi fratelli sono differenti da loro.

E in questa differenza che anche se è visibile non è reale, ciò che fa che il peccato che non è reale sia visibile, sembra di essere giustificato.

Tutto questo sarebbe reale se il peccato lo fosse.

Perché una relazione non santa è basata nelle differenze e dove ognuno pensa che l'altro possiede ciò che a l'altro manca. Si uniscono ognuno con il proposito di completare se stessi rubando all'altro. 

Continuano insieme fino a quando non rimane niente più per rubare e dopo si separano. 

E così vagano in un mondo di estranei distinti da loro, vivendo forse con i corpi di quegli estranei sotto lo stesso tetto che a nessuno di loro da rifugio, nella stessa stanza e tuttavia con un mondo intero di distanza
3. la relazione santa nasce da una premessa differente. 

Ognuno ha guardato dentro se stessi e non ha visto nessuna insufficienza.  

Giacche ha accettato la sua complessione desidera estenderla unendosi ad un altro che ètanto pieno come lo è lui stesso. 

Non vede differenza tra il suo essere e l'essere dell'altro, perché le differenze soltanto avvengono a livello del corpo. 

Pertanto non vede niente di cui abbia voglia di appropiarsi. 

Non Nega la sua propria realtà perché quella è la verità. 

Lui si trova giustamente sotto il cielo però abbastanza vicino come per non dover ritornare alla terra. 

Perché questa relazione gode della santità del cielo. 

Quanto lontano da casa può essere una relazione tanto somigliante al cielo?
4. Pensa in ciò che una relazione santa ti potrebbe insegnare. 

In essa sparisce la credenza nelle differenze diventando la fede nella uguaglianza.

E in essa la percezione di differenze è trasformata in visione. 

La ragione può adesso portare a te e tuo fratello alla conclusione logica della vostra unione.

Questa dev'essere estesa nella stessa maniera in cui voi siete estesi quando siete uniti.

L'unione dev'essere estesa oltre se stessa tale e come voi vi siete estesi oltre il corpo per fare possibile la vostra unione.

E adesso la uguaglianza che avete visto è estesa ed elimina finalmente qualsiasi sensazione di differenza in modo che la uguaglianza che è sotto tutte le differenze è evidente.


Questo è il circolo d'oro nel quale riconoscete il Figlio di Dio. 

Perché ciò che nasce in una relazione santa è immortale. Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè.
 GoogleTutti post del corso di miracoli.
Coconut Virgin Oil Raw - Olio di Cocco