21 nov 2014

Gli occhi del corpo vedono unicamente forme, non possono vedere oltre. Parte 1.

Sat Nam bello essere divino! Tante benedizioni e tanto amore a te che sei parte di me! 

L'unico tempo che rimane ora è il presente.

Qui, nel presente, è dove il mondo viene liberato.

Perché lasciando che il passato sia cancellato e liberando il futuro dalle tue vecchie paure, trovi il modo di fuggire e dopo offri questo al mondo.

Hai schiavizzato il mondo con tutte le tue paure, i tuoi dubbi e le tue sofferenze, con tutto il tuo dolore e tutte le tue lacrime; e tutte le tue pene lo opprimono e lo mantengono prigioniero delle tue convinzioni.

La morte colpisce ovunque, perché proteggi nella tua mente l'amaro pensiero morte.

Il mondo non esiste! Questo è il pensiero centrale che questo corso tenta di insegnare.
Il Potere del Cervello Quantico - Libro
Come far esplodere il potenziale nascosto del tuo cervello
Capitolo 22.
La salvezza e la relazione santa.
III-La ragione e le distinte forme di errori.
1. La introduzione della ragione nel sistema del pensiero dell'ego è l'inizio del suo disfacimento, perché la ragione e l'ego si contraddicono tra di loro.

E non è possibile che coesistano nella tua coscienza, giacché l'obbiettivo della ragione è fare che tutto sia chiaro e pertanto ovvio.

La ragione è qualcosa che tu puoi vedere. Questo non è semplicemente un gioco di parole, perché qui inizia una visione che ha senso.

La visione significa letteralmente senso. Dato che non è ciò che il corpo vede, la visione non può che essere compressa, perché è inequivocabile e ciò che è ovvio non è ambiguo.

Pertanto può essere compresa. Qui la ragione e l'ego si separano e ognuno segue il suo cammino.
2. Ciò che permette all'ego di continuare ad esistere è la sua credenza che tu non puoi imparare questo corso.

Se condividi con esso questa credenza, la ragione sarà incapace di vedere i tuoi errori e di liberare il cammino verso la sua correzione.

Perché la ragione vede oltre gli errori e ti dice che ciò che pensavi che era reale non lo è.

La ragione può riconoscere la differenza tra il peccato e l'errore, perché desidera la correzione.

Ti dice quindi che ciò che pensavi che era incorreggibile può essere corretto e che quindi è dovuto che essere un errore.

La opposizione dell'ego alla correzione conduce alla sua credenza fissa nel peccato e a quello di trascurare gli errori.

Non vede niente che possa essere corretto. L'ego quindi condanna e la ragione salva.
3. La ragione di per sé non è la salvezza, ma libera il cammino verso la pace e ti conduce a uno stato mentale nel quale ti sarà concessa la salvezza.

Il peccato è un'ostacolo che si alza come un enorme cancello, chiuso con un lucchetto e senza chiave, in mezzo al cammino verso la pace.

Nessuno che lo contempla senza l'aiuto della ragione avrebbe il coraggio di passarlo.

Gli occhi del corpo vedono come se fosse di granito solido e di uno spessore tale che sarebbe una pazzia tentare di oltrepassarlo.

La ragione invece vede facilmente attraverso di esso, giacché è un errore. La forma che adotta non può nascondere la sua vacuità dagli occhi della ragione.
4. La forma dell'errore è l'unica cosa che attrae l'ego. 

Non tenta di vedere se quella forma di errore ha significato o no, perché è incapace di riconoscere i significati.

Tutto ciò che gli occhi del corpo possono vedere è sbagliato, un errore di percezione, un frammento distorto del tutto senza il significato che questo gli darebbe.

Sebbene qualsiasi errore, sia quale sia la sua forma, può essere corretto. Il peccato non è che un errore espresso in una maniera che l'ego venera.

L'ego vuole conservare tutti gli errori e farli diventare peccati. Perché in esso si basa la sua propria stabilità, la pesante ancòra che ha gettato sul mondo che cambia che lui stesso ha fabbricato.

La roccia sulla quale ha fabbricato la sua chiesa e dove i suoi discepoli sono condannati ai suoi corpi perché credono che la libertà del corpo è la loro propria.
5. La ragione ti direbbe che non è la forma che adotta l'errore ciò che fa che questo sia un sbaglio.

Se ciò che la forma nasconde è un errore, la forma non può impedire la sua correzione.

Gli occhi del corpo vedono unicamente forme. Non possono vedere oltre quello per la cui contemplazione sono stati fabbricati.

E sono stati fabbricati per enfatizzare gli errori e non vedere oltre di loro.

La loro percezione è certamente strana, perché possono vedere solo illusioni, giacché non possono vedere oltre il blocco di granito del peccato al fermarsi davanti alla forma esterna di ciò che non è niente.

Per questa forma distorta della visione, il mondo esterno di tutte le cose, il muro che si interpone tra la verità e te è assolutamente reale.

Però come potrà vedere correttamente una visione che si ferma davanti a ciò che non è niente come se fosse un solido muro?

È limitata dalla forma essendo concepita per garantire il fatto di non percepire niente eccetto la forma. Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè.
 GoogleTutti post del corso di miracoli.
Fatto in Casa - Libro
Smetto di comprare tutto ciò che so fare: cosmetici, cucina, saponi, pulizie ecologiche

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO