27 mar 2014

Nessuno può scappare dalle illusioni a meno che le esamini. Parte 1.

Sat Nam miei cari fratelli!! Pioggia di benedizioni! Oggi impariamo ad amarci attraverso gli altri. 

Tutto ciò che vediamo in un fratello e ciò che abbiamo dentro di noi, ciò che crediamo che siamo noi. Tutto ciò che diamo ad altri e ciò che stiamo dando a noi stessi e ciò che vogliamo per noi.


Perciò oggi è un giorno per amare tutti e tutto, perché  così stiamo amando noi ed è l'unico modo per riconoscere che siamo il vero amore e la vera pace.


Oggi dimentichiamo tutto ciò che abbiamo imparato sugli altri, su di noi. Perchè niente di ciò che crediamo è la verità!


Per esempio:crediamo che sìamo diversi, che siamo separati, che dobbiamo proteggerci dagli altri, che gli altri sono strani che non hanno niente a che vedere con noi. Invece queste cose sono false. Tutti siamo la stessa cosa: Uno!


Oggi iniziamo ad amare e abbracciare tutti nell'Uno. Non significa che li abbracciamo fisicamente, né che li dobbiamo conoscere  averli accanto a noi o vicini. 

La Libertà di Essere se Stessi - Libro
Significa che nel nostro interiore, nella nostra mente riconosciamo che siamo uno e che condividiamo la Mente e la Volontà di Dio. Che siamo fratelli, uguali e con gli stessi doni e lo stesso Padre. 

Ricordiamo come sempre chi siamo: amore, luce, divinità, perfezione, innocenti, puri, pieni e abbondanti. Cancelliamo dalla nostra mente ciò che ci dice il contrario di ciò che siamo.


Ricordiamo che non ci sono parole per descrivere ciò che siamo. Ti amo. Namastè.

CAPITOLO 11. DIO O L'EGO.
V. la dinamica dell'ego.
1. Nessuno può scappare dalle illusioni a meno che le esamini, giacché non esaminarle è la maniera per proteggerle. 

Non c'è la necessità di sentirsi intimidito da loro, perché non sono pericolose.

Siamo pronti per esaminare più dettagliatamente il sistema di pensiero dell'ego, perché insieme abbiamo la lampada che lo farà sparire e giacché ti sei reso conto che non lo desideri devi essere pronto per questo.

Manteniamoci molto calmi nel fare questo, perché l'unica cosa che stiamo facendo è cercare onestamente la verità. 

La “dinamica” dell'ego sarà la nostra lezione per un po' di tempo, perché dobbiamo prima esaminarla per poter vedere oltre essa, giacché hai dato a loro la realtà. 

Insieme svaniremo con calma questo errore e dopo guarderemo oltre di esso fino alla verità.
2. Cosa è la guarigione che l'atto di cancellare tutto ciò che ostacola la conoscenza? 

In quale altro modo possiamo dissipare le illusioni, eccetto esaminandole direttamente senza proteggerle?

Non avere paura quindi, perché ciò che stai vedendo è la fonte della paura e stai iniziando a renderti conto che la paura non è reale. 

Ti rendi conto anche che i suoi effetti possono svanire solo negando la sua realtà.

Nel seguente passo è ovvio riconoscere che ciò che non ha effetto non esiste. 

Nessuna legge funziona nel vuoto e ciò che non porta da nessuna parte non è accaduto. 

Se la realtà si riconosce dalla sua estensione, ciò che non porta da nessuna parte non può essere reale. Non temere di vedere la paura, perché non può essere vista.

La chiarezza, per definizione, svanisce la confusione e quando vedi la oscurità attraverso la luce questa non può che dissiparla.
3. Iniziamo questa lezione riguardo “la dinamica dell'ego”, rendendoci conto che l'espressione in se stessa non significa nulla. 

Questa espressione nasconde una contraddizione intrinseca che la priva di ogni senso.

La “Dinamica” implica il potere per fare qualcosa e ogni fallacia della separazione radica nella credenza che l'ego ha il potere di fare qualcosa.

Hai paura dell'ego perché credi questo. 

Nonostante la verità è molto semplice:

Tutto il potere viene da Dio. 

Ciò che non procede da Egli non ha il potere di fare nulla.
4. Quindi,quando osserviamo l'ego, non stiamo esaminando nessuna dinamica, ma solo illusioni. 

Puoi certamente esaminare un sistema illusorio senza paura, perché se la sua origine non è reale non può avere effetti.

La paura diventa chiaramente inappropriata se riconosci l'obbiettivo dell'ego, il quale è senza senso, in modo che qualsiasi sforzo nel suo favore per forza inutile.

L'obiettivo dell'ego è chiaramente raggiungere la sua propria autonomia.

Dall'inizio, quindi, il suo proposito è essere separato, essere autosufficiente, e indipendente da qualsiasi potere che non sia il suo. Perciò è il simbolo della separazione.
5. Ogni idea deve avere un proposito e il suo proposito è semplicemente il risultato naturale di ciò che è.

Tutto ciò che viene dall'ego è ciò che risulta naturalmente della sua credenza centrale e la maniera di cancellare i suoi risultati è riconoscendo semplicemente che la fonte di loro non è naturale, giacché è in disaccordo con la sua vera naturalezza.

Ho detto anteriormente che esercitare la volontà in opposizione a Dio è volere che i desideri illusori diventino realtà, ma questo non è esercitare la volontà.

La Sua Volontà è una, perché la estensione della Sua Volontà non può essere differente da se stessa.

Il vero conflitto che sperimenti quindi è tra i desideri inutili dell'ego e la Volontà di Dio che tu condividi con Egli. 

Come potrebbe questo essere un conflitto reale?
6. Tua è la indipendenza della creazione, non della autonomia. 

La tua funzione creativa radica nella tua completa dipendenza da Dio, chi condivide la Sua funzione con te. 

Egli è disposto a condividerla ed è diventato tanto dipendente da te come tu lo sei da Egli. 

Non attribuire l'arroganza dell'ego a Quello la cui Volontà non è essere indipendente da te. 

Egli ti ha incluso nella Sua Autonomia. Puoi credere in realtà che la autonomia significa qualcosa separato da Egli?

La credenza nella autonomia dell'ego ti sta costando la conoscenza della tua dipendenza da Dio, nella quale risiede la tua libertà.

L'ego considera qualsiasi dipendenza come una minaccia e incluso ha tergiversato il tuo desiderio di Dio e lo ha convertito in un mezzo per consolidare se stesso.

Però non ti lasciare ingannare dalla interpretazione che l'ego fa del tuo conflitto.
7. L'ego attacca sempre in difesa della separazione. 

Crede che ha il potere di fare quello e non fa altra cosa, giacché questo è il suo obbiettivo di autonomia. 

L'ego è totalmente confuso rispetto alla realtà ma non perde di vista il suo obbiettivo. 

E sta molto più allerta di te, perché è completamente sicuro del suo proposito. 

Tu sei confuso perché non riconosci il tuo.
8. Devi riconoscere che ciò che meno vuole l'ego è che tu possa renderti conto che hai paura di lui. Sebbene il suo unico argomento, perché tu sia leale a lui, è che lui può dare a te il potere. 

Se non fosse per questa credenza non li ascolteresti in assoluto. 

Come potrebbe allora continuare ad esistere se ti rendessi conto che accettandolo staresti facendo piccolo te stesso privando te stesso del potere?
9. L'ego può permetterti, e infatti lo fa, che ti consideri presuntuoso, incredulo, frivolo, distante, superficiale, insensibile, distaccato e incluso disperato, ma non permette che ti rendi conto che in realtà hai paura di lui.

Minimizzare la paura, ma non disfarla è l'impegno costante dell'ego ed è una capacità per la quale dimostra certamente ingegno. 

Come potrebbe predicare separazione a meno che tu la rinforzi con la paura? 

E continueresti ad ascoltarla se riconoscessi quello che sta facendo? Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. Google Tutti post del corso di miracoli

 

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO