Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

21 feb 2014

Nel corpo dell'altro vedrai l'uso che hai fatto del tuo. Parte 2.

Sat Nam!! Tante benedizioni e pioggia di amore. Che questo giorno sia una opportunità per amare, vedere nell'altro la tua divinità e la tua innocenza. Ti amo.

Sappiamo che tutto ciò che vediamo in questo mondo, come lo percepiamo, è solo un'illusione.

Ma questo non significa che non possiamo godere di tutte le meraviglie che abbiamo creato in questo mondo di maya, con naturalità.

Godere della natura che ci circonda è un motivo per ringraziare, per sentire la nostra divinità, ma senza cercare in esso la pace, l'allegria o il silenzio, giacche tutto ciò deve venire solo dal nostro interiore e senza dipendere di nulla  che possa venire dall'esterno.

La differenza sta nell'essere cosciente di ciò che è la realtà è ciò che non lo è, cercando d'imparare di tutto ciò che arriva a noi.

Cercando di scoprire l'effetto che provoca in noi quello e lasciandoci guidare dal nostro essere.

Osservando e sentendo senza giudicare, vivendo come un semplice spettatore, nel qui e nell'ora, che guarda e che partecipa di tutto ciò.

Ma questo osservatore, che sei tu, sa che dentro di sé stesso è collegato con il suo essere, che lo sta guidando, perché possa ricordare sé stesso in tutto ciò che sta sperimentando.

Impara a vedere tutto con gli occhi dell'innocenza, sperimenta ogni volta, tutte le situazioni come un incontro santo. Ricorda e fluisci con la vita, nell'ora, con gioia e pace infinite. Ti amo

Un corso di miracoli. 
Capitolo 8. Il viaggio di ritorno. 
VII- Il corpo come un mezzo di comunicazione. Continuazione.
10. La guarigione è il risultato di usare il corpo solamente per i fini della comunicazione.

Giacché questo è il naturale, guarisce al restituire la unicità, la quale è anche naturale.

Tutta la mente è integra, e la credenza che parte dalla mente è fisica o non mentale, è una interpretazione frammentata o malata.

E' impossibile convertire la mente in qualcosa di fisico, ma è possibile fare in modo che si manifesti attraverso il fisico, se usa il corpo per andare oltre se stessa.

Quando fa questo la mente si estende.

Non si ferma nel corpo, perché se lo fa il suo proposito rimane bloccato. 

Una mente che è bloccata ha permesso a se stessa di essere vulnerabile all'attacco, perché significa che è diventata contro se stessa.
11. Eliminare questi ostacoli, quindi, è l'unica maniera di garantire l'aiuto e la guarigione.

Aiutare a guarire è l'espressione naturale della mente, che sta operando attraverso il corpo, ma non in esso.

Se la mente crede che il suo obiettivo è il corpo, storcerà la sua percezione di esso, e al bloccare la sua propria estensione oltre esso, darà luogo alle malattie, perché starà favorendo la separazione.

Percepire il corpo come una entità separata non può che favorire la malattia, perché quella percezione non è vera.

Un mezzo di comunicazione smette di essere utile se si utilizza per qualsiasi altra cosa.

Usare uno strumento di comunicazione come uno strumento di attacco è essere confuso rispetto al suo proposito.
12 .Comunicare è unire, attaccare è separare.

Come potresti fare entrambi le cose, allo stesso tempo utilizzando lo stesso mezzo e non soffrire per quello? 

La percezione del corpo si può solo unificare quando hai accettato un solo proposito.

Questo libera la mente dalla tentazione di vedere il corpo sotto luci diverse e può, allora, consegnarlo per intero all'unica luce nella quale può essere veramente capita. 

Confondere un mezzo d'apprendimento con un obiettivo del piano di studio è una confusione basica, che impedisce la comprensione di entrambi.

L'apprendimento deve condurre oltre il corpo, al ristabilimento del potere della mente in esso. Questo può solo essere raggiunto se la mente si estende fino ad altre menti e non interrompe la sua estensione.

Questa interruzione è la causa di tutte le malattie, perché l'unica funzione della mente è estendere.
13. L'opposto alla gioia è la depressione.

Quando quello che impari facilita la depressione, piuttosto che la gioia, significa che non stai ascoltando il maestro gioioso di Dio, né imparando le Sue lezioni. 

Vedere un corpo in qualsiasi altra maniera che non sia come un mezzo di comunicazione è limitare la tua mente e fare danni a te stesso.

La salute, pertanto, non è altro che un proposito unificato. 

Se si mette il corpo in armonia con il proposito della mente, questo diventa integro, perché la mente ha un solo proposito.

L'attacco può avere solo un proposito, che il corpo ha assunto, giacché separato dalla mente il corpo non ha nessun proposito.
14. Tu non sei limitato per il corpo e il pensiero non può farsi carne.

La mente, nonostante ciò, può manifestarsi attraverso il corpo se va oltre di esso e non lo interpreta come una limitazione. 

Ogni volta che vedi qualcuno limitato a un corpo o per un corpo, stai imponendo a te stesso lo stesso limite.

Sei disposto ad accettare quello, quando l'unico proposito del tuo apprendimento dovrebbe essere fuggire da tutte le limitazioni?

Quello che ha concepito il corpo come un mezzo di attacco e crede che può trarre gioia da questo, dimostra inequivocabilmente che è un cattivo studente.

Ha accettato un obiettivo d'apprendimento che contraddice chiaramente il proposito unificato del piano di studio e che le impedisce di accettare come proprio il proposito di questo.
15. La gioia procede di un proposito unificato, e un proposito unificato è qualcosa che è proprio di Dio. Quando il tuo proposito è unificato, è il Suo.

Se credi che puoi interferire nel Suo proposito hai bisogno di salvazione.

Hai condannato te stesso, ma la condonazione non è qualcosa che procede da Dio.

Pertanto no è reale.

Neanche lo sono i suoi apparenti risultati.

Quando vedi il tuo fratello come un corpo, lo stai condannando, perché hai condannato te stesso.

Nonostante ciò, se tutta la condonazione è irreale, e deve esserlo, giacché è una maniera di attaccare, allora non può avere conseguenza.

16. Non permetterti di soffrire a causa delle conseguenze immaginarie di ciò che non è reale.

Libera la tua mente dalla credenza che esso è possibile.

Nella sua totale impossibilità radica la tua unica speranza di liberazione.

Quale altra speranza vorresti avere? L'unica maniera di liberarsi dall'illusione è smettendo di credere in essa.

L'attacco non esiste, l'unico che esiste è la comunicazione illimitata, e pertanto potere e pienezza illimitate.

Il potere della pienezza è l'estensione. Non lasciare che i tuoi pensieri si fermino in questo mondo e la tua mente diventerà recettiva alla creazione di Dio. Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. Google