22 mag 2014

Non è vero che puoi prendere una decisione per conto tuo e solo per te. Parte 1.

Sat Nam cari Fratelli!! Tante benedizioni e tanto amore in questo giorno di miracoli e di opportunità!

Non continuare a cercare di vincere attraverso di perdere o di morire per vivere. Perché solo starai chiedendo la sconfitta.


Tuttavia, con la stessa facilità puoi chiedere l'amore, la felicità e la vita eterna in una pace che non ha fine.


Chiedi questo e solo potrai guadagnare. Chiedere quello che hai già ti conduce al successo.


Chiedere che ciò che è falso possa diventare vero non può che portarti al fallimento. Perdona te stesso per le tue vane fantasie e smetti di cercare ciò che non puoi trovare.



Osho un'Occasione per Rinascere
Quindi cosa potrebbe essere più assurda che cercare l' inferno più e più volte quando soltanto devi aprire gli occhi e guardare e renderti conto che il cielo è davanti a te, oltre la soglia di una porta che si apre facilmente e che ti da il benvenuto?

Ritorna a casa. Non hai trovato mai la felicità in luoghi strani e in forme che sono strane a te e che non hanno alcun significato per te. Tu non appartiene a questo mondo.


Qui sei un estraneo. Ti sono stati dati i mezzi attraverso i quali il mondo cessa di sembrare una prigione o una carcere. Ti amo. Namastè!

Capitolo 14. 
Gli insegnamenti in favore della verità.
III-La decisione in favore della innocenza.
Scaricare audio mp3. Pdf.  

1. L'alunno felice non può sentirsi colpevole per il fatto di avere la necessita di imparare

Questo è tanto fondamentale per l'apprendimento che non dovrebbe essere dimenticato mai.

L'alunno che è libero di colpa impara con facilità, perché i suoi pensieri sono liberi. 

Questo comporta, nonostante ciò il riconoscimento, che la colpevolezza non è la salvezza ma una interferenza che non ha nessun proposito.
2. Forse sei abituato a utilizzare l'innocenza semplicemente per contrastare il dolore della colpevolezza e non la vedi come qualcosa con valore proprio.

Credi che la colpevolezza e l'innocenza sono di valore e che ognuna rappresenta una fuga di ciò che l'altra non ti offre.

Non vuoi avere soltanto una di loro, perché senza entrambi, consideri te stesso come incompleto e pertanto infelice. 

Sebbene puoi solo essere completo nella tua innocenza e solo nella tua innocenza puoi essere felice.

In questo non ci sono conflitti.

Desiderare in qualsiasi altro modo la colpevolezza, in qualsiasi maniera che sia, farà che tu smetta di apprezzare il valore della tua innocenza e che non la possa vedere.
3. Non puoi stabilire nessun accordo con la colpevolezza e allo stesso tempo scappare dal dolore che solo l'innocenza può mitigare.

Vivere qui significa imparare nella stessa maniera in cui creare è essere nel Cielo.  

Ogni volta che il dolore della colpevolezza sembra di attrarti, ricorda che se credi ad essa starai scegliendo contro la tua felicità e non potrai imparare a essere felice.

Con dolcezza quindi, anche se con la convinzione che nasce dell'amore del Padre e del Suo Figlio, ripeti dentro di te il seguente:

Metterò in risalto ciò che sperimenterò.
Se Sono innocente, non ho nulla da temere.
Scelgo di dare testimonianza della mia accettazione dell'espiazione, non del suo rifiuto.
Voglio accettare la mia innocenza mettendola in risalto e condividendola.
Voglio portare la pace al Figlio di Dio da parte del suo Padre.
4. Ogni giorno, ogni ora, ogni minuto e incluso ogni secondo stai decidendo tra la crocifissione e la risurrezione, tra l'ego e lo Spirito Santo.

L'ego è la scelta in favore della colpevolezza, lo Spirito Santo invece è la scelta in favore dell'innocenza.

L'unica cosa di cui disponi è il potere di decidere. 

Quello di ciò che puoi scegliere è stato già impostato, perché a parte la verità e l'illusione, non c'è nessuna altra alternativa.

Né la verità né l'illusione trapassano i limiti dell'altra, giacché sono alternative inconciliabili tra di loro e entrambi non possono essere la verità. 

Sei colpevole o innocente, prigioniero o libero, infelice o felice.
5. Il miracolo ti insegna che hai scelto l'innocenza, la libertà e la gioia. 

Il miracolo non è una causa ma un effetto. 

E' il risultato naturale di aver scelto giustamente e da testimonianza della tua felicità, la quale è il risultato di aver scelto di essere libero da ogni colpa.

Quello a chi offri guarigione la restituisce a te. 

Quello a chi offri attacco lo conserva come un tesoro, con rancore verso te per quello che hai fatto. 

Che abbia rancore o non è irrilevante: tu crederai che è vero.

E' impossibile offrire a l'altro ciò che non desideri senza ricevere sanzione.

Il costo di dare è ricevere. 

Riceverai una sanzione che ti farà soffrire o la felice acquisizione di un prezzato tesoro.
6. Nessuno impone sanzione alcuna al Figlio di Dio, solo quella che lui stesso impone a se stesso. 

Ogni opportunità che è stata data al Figlio di Dio per guarire è un'altra opportunità in più per rimpiazzare le tenebre con la luce e la paura con l'amore.

Se la rifiuta condanna se stesso alle tenebre, perché non ha scelto di liberare suo fratello e di entrare con lui nella luce.

Quando da potere a ciò che non è niente spreca la gioiosa opportunità di imparare che ciò che non è niente non ha nessun potere.

Poiché non dissipano le tenebre diventano timorosi di essa e della luce. 

La gioia che risulta di imparare che le tenebre non hanno poteri alcuno sul Figlio di Dio, è la felice lezione che lo Spirito Santo insegna e che desidera che tu insegni insieme a Egli.

Insegnarla è la Sua gioia tale come sarà la tua.
7. Così' è come si insegna questa semplice lezione: l'assenza di colpa è l'invulnerabilità.

Pertanto metti in risalto la tua invulnerabilità davanti a tutto il mondo. Insegnagli che non importa ciò che stanno tentando di farti, la tua perfetta libertà nella credenza che qualcosa può farti del male dimostra che loro sono innocenti.

Loro non possono fare niente che ti possa provocare del male e il fatto di non permettere di pensare che lo possono fare, gli insegna che l'espiazione che hai accettato per te stesso è anche la Sua.

Non c'è nulla da perdonare. 

Nessuno può fare del male al Figlio di Dio. 

La sua colpevolezza è totalmente infondata e non ha causa, pertanto non può esistere.
8. Dio è l'unica causa, e la colpevolezza è qualcosa che non appartiene a Egli. 

Non dire a nessuno che ti ha fatto del male, perché se lo fai starai insegnando a te stesso che ciò che è lontano da Dio ha potere su di te.

Ciò che non ha causa non può esistere. 

Non dare testimonianza di esso, né promuovere questo in tale maniera che una mente lo possa credere.

Ricorda sempre che la mente è una.  

Non imparerai a comunicarti con quella unicità, fino a che non impari a negare ciò che non ha causa e quando accetterai come tua la Causa che è Dio.

Il potere che Dio ha dato a Suo Figlio appartiene a Egli e non c'è niente che Suo Figlio possa vedere o scelga di contemplare senza imporre a se stesso la pena della colpevolezza, invece del felice insegnamento che piacevolmente gli offrirebbe lo Spirito Santo.
9. Sempre che scegli di prendere una decisione solo per te stai pensando in una maniera distruttiva e la decisione sarà sbagliata. 

Ti farà del male per la ragione del concetto della decisione che ti ha portato ad essa.

Non è vero che puoi prendere una decisione per conto tuo e solo per te. 

Nessun pensiero del Figlio di Dio può essere separato né può avere effetti isolati.

Ogni decisione che si prende è presa per tutta la filiazione, ed è applicabile tanto all'interno come all'esterno e coinvolge a una costellazione molto più maggiore che mai abbia potuto concepire.
10. Quelli che accettano l'Espiazione sono invulnerabili. 

Però ciò che credono di essere colpevoli reagiranno davanti alla colpevolezza, perché crederanno che è la salvezza e non si negheranno neanche mettendosi dalla sua parte.

Credono che incrementare la colpevolezza è la maniera di auto-proteggersi. 

Non potranno comprendere il semplice fatto che ciò che non desiderano non può che farli del male.

Tutto questo viene del fatto che non credono che ciò che desiderano sia buono. 

Però gli è stata data la volontà perché è santa, e perché offrirà a loro tutto ciò di cui hanno bisogno, il quale arriverà a loro tanto naturale come la pace che non conosce limiti.


Ciò che non arriva a te dalla Sua Volontà non ha alcun valore.

Però come quelli che si redono colpevoli non capiscono qual'è la sua propria volontà, lo Spirito Santo la comprende per loro silenziosamente e gli da ciò che desiderano senza alcuno sforzo e senza lasciargli con l'impossibile carico di dover prendere decisioni per conto suo su cosa hanno bisogno o desiderano. Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.
Bracciale Agata - Occhio di Shiva

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO