Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

26 giu 2014

Sei un ospite di Dio e non un prigioniero di niente e di nessuno.

Sat Nam bello essere divino! Tante benedizioni in questo giorno unico e presente: ora.

In questo istante riconosciamo e ringraziamo Dio per questa verità: Siamo perfetti! E non accettiamo il contrario. Ti amo.

Padre ho cercato molte cose e tutto quello che ho trovato mi ha lasciato sconsolato. 

Ora basta cercare, solo cerco una sola cosa, perché in esso si trova tutto quello che mi serve. 

Non ho avuto mai il bisogno di qualcosa di ciò che prima cercavo e mi rendo conto ora che nemmeno volevo quelle cose. 

Non riconoscevo il mio unico bisogno, ma ora vedo che l'unica cosa di cui ho bisogno è solo della verità. 

Con essa tutti i miei bisogni insoddisfatti e le mie angosce scompaiono. 

I miei veri desideri diventano realtà e i sogni spariscono. 

Ora ho tutto il necessario. 

Ora ho tutto quello che potevo desiderare. 

d ora, finalmente, io sono in pace. 

E per quella pace, Padre mio ti ringrazio. 

Quello che noi neghiamo a noi stessi, Tu lo hai restaurato, e questo è tutto ciò che vogliamo davvero. 

Amen.
L'inganno dell'Amore Materno - Libro
Come evitare che il "Troppo Amore" distrugga i figli e la coppia

Capitolo 15
L'istante santo
IV. La pratica dell'istante santo.
1. E' possibile imparare questo corso subito, eccetto se credi che ciò che Dio dispone ha bisogno di tempo. 

Questo può significare solo che preferisci continuare a ritardare il riconoscimento del fatto che ciò che la Sua volontà dispone è stato compiuto già.

L'istante santo è questo stesso istante e ogni istante. 

Il fatto che desideri che sia santo lo fa diventare santo.

Quando non desideri che lo sia lo sprechi. 

Sta nelle tue mani il decidere quale istante deve essere santo.

Non ritardare questa decisione, perché oltre il passato e il futuro, dove non potresti trovare l'istante santo, questo aspetta ansiosamente la tua accettazione.

Sebbene non puoi avere una coscienza felice di esso mentre non lo desideri, perché racchiude dentro se stesso la liberazione totale dalla piccolezza.
2. La tua pratica quindi deve essere basata in essere disposto a lasciare da parte tutta la piccolezza. 

L'istante in cui la grandezza deve scendere su di te si trova tanto lontano come il tuo desiderio di essa, mentre non la desideri e nel suo posto preferirai tenere in valore la piccolezza, quella sarà la distanza la quale sarà da te.

Man mano in cui la desideri, in questa misura farai che si avvicini a te. 

Non pensare che puoi andare in cerca della salvezza per conto tuo e raggiungerla. 

Abbandona qualsiasi piano che hai fatto per la tua salvezza e sostituiscilo per quello di Dio.

Il suo piano ti soddisferà. 

Non c'è niente che possa darti la pace, perché la pace di Dio è soltanto di Egli.
3. Sii umile davanti a Egli e grande in Egli. 

Non anteporre nessun piano dell'ego davanti al piano di Dio, perché con la tua decisione di essere parte di qualsiasi altro piano che non sia il Suo lasci disponibile il tuo posto nel Suo piano, che devi occupare se vuoi unirti a me.

Ti esorto a ottemperare il santo ruolo che ti corrisponde disimpegnare nel piano che Egli ha dato al mondo per liberarlo dalla piccolezza.

Dio desidera che il Suo ospite viva in perfetta libertà. 

Qualsiasi fedeltà a un piano di salvezza differente del Suo sminuisce nella tua propria mente il valore di ciò che la Sua volontà ha disposto per te.

Sebbene è la tua mente quella che è la Sua ospite.
4. Vuoi sapere quanto perfetto e immacolato è il santo altare in cui Tuo Padre ha messo Se Stesso?

Ti renderai conto di questo nell'istante santo in cui piacevolmente e di buona volontà rinunci a ogni piano che non sia il Suo.

Perché nell'istante santo si trova la pace, perfettamente chiara perché sei stato disposto a soddisfare le sue condizioni.

Puoi chiedere l'istante santo in qualsiasi momento e luogo in cui lo desideri. 

Nella tua pratica tenta di abbandonare qualsiasi piano che hai accettato al fine di trovare la grandezza nella piccolezza. Non si trova lì.

Utilizza questo istante santo per riconoscere solo che per conto tuo non puoi sapere dove si trova e che l'unica cosa che faresti sarebbe ingannare te stesso.
5. Io mi trovo dentro l'istante santo tanto chiaramente come tu vuoi che io lo sia. 

Il tempo che impieghi nell'imparare ad accettarmi, sarà lo stesso tempo che impiegherai in far diventare tuo l'istante santo.

Ti esorto a fare che l'istante santo sia tuo immediatamente, perché liberare la mente dell'ospite di Dio dalla piccolezza non dipende dal tempo, ma dalla buona volontà che si ha per esso.
6. La ragione del perché questo corso sia semplice è che la mente veramente è semplice. 

La complessità è parte dell'ambito dell'ego e non è che un tentativo dalla sua parte di voler oscurare ciò che è ovvio.

Potresti vivere nell'istante santo per sempre, iniziando da ora fino all'eternità, se non fosse per una ragione molto semplice. 

Non appannare la semplicità di questa ragione, perché se lo fai sarà unicamente perché preferisci non riconoscerla né abbandonarla.

La semplice ragione, chiaramente esposta, è questa: l'istante santo è un momento in cui si riceve e si da perfetta comunicazione. 

Questo vuol dire che è un momento in cui la tua mente è ricettiva, tanto per ricevere come per dare.

L'istante santo è il riconoscimento che tutte le menti sono in comunicazione. 

Pertanto la tua mente non tenta di cambiare nulla, semplicemente accetta tutto.
7. Come puoi fare questo quando preferisci avere pensieri privati e non rinunciare a loro? 

L'unica maniera in cui puoi fare questo è negando la perfetta comunicazione che fa che l'istante santo sia quello che è.

Credi che puoi avere pensieri che non vuoi condividere con nessuno e che la salvezza sta in riservarli esclusivamente per te. 

Credi che nei pensieri privati che unicamente tu conosci puoi trovare una maniera di rimanere con ciò che desideri solo per te e di condividere solo ciò che tu desideri di condividere.

E dopo ti chiederai perché non sei in completa comunicazione con ciò che è attorno a te e con Dio che è attorno a tutto nello stesso momento.
8. Ogni pensiero che preferisci mantenere nascosto interrompe la comunicazione, giacché esso è ciò che vuoi.

E' impossibile riconoscere la comunicazione perfetta, mentre interrompere la comunicazione continua ad avere valore per te.

Chiediti sinceramente: Desidero essere in perfetta comunicazione? 

Sono completamente disposto a rinunciare per sempre a tutto ciò che l'ostacola.

Se la risposta è no allora non importa quanto disposto sia lo Spirito Santo a concedetela, 

Quello non sarà sufficiente perché tu possa disporre di essa, perché non sei disposto a condividerla con Egli.

E la comunicazione perfetta non può avere luogo in una mente che ha deciso di opporsi ad essa. 

Perché dare l'istante santo cosi come riceverlo ha bisogno della stessa dose di buona volontà giacché è l'accettazione dell'unica volontà che governa ogni pensiero.
9. La condizione necessaria perché l'istante santo avvenga non ha bisogno che tu non abbia pensieri impuri. 

Però è necessario che tu non desideri conservare nessuno. 

L'innocenza non è opera tua.

Ti viene data nel momento in cui la desideri. 

L'espiazione non esisterebbe se non avesi il bisogno di essa. 

Non sarai capace di accettare la comunicazione perfetta mentre continui a volerla nascondere a te stesso.

Perché ciò che desideri nascondere si trova nascosto per te. 

Nella tua pratica quindi tenta di mantenerti solo allerta contro l'inganno e non tentare di proteggere i pensieri che vuoi negarti a condividere.


Permetti che la purezza dello Spirito Santo gli svanisca con il suo folgore e concentrati solamente in essere pronto per la purezza che Egli ti offre. 

In questo modo Egli ti preparerà perché tu possa riconoscere che sei un ospite di Dio e non un prigioniero di niente e di nessuno. Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.
Guarire con le Campane Tibetane - Libro