27 lug 2015

Tu hai fabbricato un concetto di te stesso che non ha alcuna somiglianza con te. Parte 2.

Sat Nam bello essere!

Lo stato di impeccabilità è semplicemente questo: ogni desiderio di attaccare è sparito in modo che non c'è ragione di percepire il Figlio di Dio in nessun'altra maniera che non sia tale come è.

La necessità della colpevolezza è sparita perché non ha già nessun proposito e senza quell'obbiettivo di peccato non ha già senso.

L'attacco e il peccato sono soltanto una illusione, perché ognuno è causa, obbiettivo e giustificazione dell'altro.
Capitolo 31. 
La visione finale.
V-Il concetto dell'io di fronte al vero Essere.

4. Il volto dell'innocenza che il concetto di sé tanto orgogliosamente indossa, giustifica l'attacco che viene effettuato per autodifesa, allora non è forse un fatto ben noto che il mondo cerca aspramente l'innocenza indifesa?

Nessuno che forgia l'immagine di se stesso omette questo volto, perché ha bisogno di esso.

Ma non vuole vedere dall'altro lato.

Tuttavia, è lì dove l'apprendimento del mondo ha messo gli occhi, perché è lì dove viene stabilita la "realtà" del mondo, per perpetuare la continuità dell'idolo.
5. Dietro il volto dell'innocenza si trova una lezione da insegnare dove è stato concepito il concetto dell'io.

Si tratta di una lezione di un terribile movimento e di una paura devastante che la faccia sorridente che si trova sopra, deve guardare in un'altra direzione, per il timore a percepire il tradimento che nasconde.

Questo è ciò che insegna la lezione: "Io sono la cosa che hai fatto di me, e nel contemplarmi sei condannato a causa di quello che sono".

Il mondo sorride con l'approvazione di fronte a questo concetto di te stesso, perché assicura che le strade del mondo possano continuare ad essere al sicuro e che coloro che camminano in essi non possano sfuggire.
6. Questa è la lezione fondamentale che assicura che tuo fratello sarà condannato per sempre, per quello che tu sei è ormai è diventato il suo peccato.

E per questo non c'è perdono.

E non importa quello che farà, perché il dito accusatore verrà puntato verso di lui senza esitazione e con una precisione micidiale.

Punta anche verso te, ma questo fatto rimane ancora più nascosto nelle nebbie che si celano dietro il volto dell'innocenza.

E in quei sotterranei sono nascosti, sono conservati tutti i suoi peccati così come quelli tuoi e si mantengono nell'oscurità, dove non sono percepiti come errori, il quale senza dubbio la luce farebbe vedere.

Non si ti può dare la colpa per quello che sei, né è possibile cambiare quello che questo ti obbliga a fare.

Tuo fratello è per te, allora, il simbolo dei tuoi propri peccati, e lo condoni in silenzio, ma con l'insistenza accanita dalla cosa odiosa che sei.

Tu hai fabbricato un concetto di te stesso che non ha alcuna somiglianza con te. Parte 1.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO