Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

03 giu 2014

Nelle tue mani sta il potere di disporre della luce o dell'oscurità.

Sat Nam cari Fratelli!! Tante benedizioni! Ripeti sempre: "Dio è con me". Ricorda Dio durante tutta la tua giornata. Questo ti ricorderà ogni istante, chi sei e qual'è la tua vera funzione.

Padre, mi sono sbagliato su me stesso, perché io non ho riconosciuto la fonte della mia origine. 

Mi sono separato da esso per entrare in un corpo e morire. 

La mia santità è ancora parte di me, come io sono parte di te. I miei errori su di me sono soltanto sogni. 

Oggi gli abbandonoE ora sono pronto per ricevere solo la tua parola su quello che sono veramente. Amen.
The Turning Point - La Resilienza - DVD
Come trarre beneficio dai momenti di crisi e trasformazione
Capitolo 14. Gli insegnamenti in favore della verità.
VII. Come condividere la percezione dello Spirito santo.
1. Cosa desideri? 

Perché nelle tue mani sta il potere di disporre della luce o dell'oscurità, della conoscenza o dell'ignoranza, però non di entrambe le alternative allo stesso tempo.

Gli opposti devono mettersi uno accanto a l'altro invece di mantenersi separati. 

Perché la sua separazione esiste solo nella tua mente e nella stessa maniera che tu, si riconciliano quando si uniscono.

Nella unione tutto ciò che non è reale inevitabilmente sparisce, perché la verità è l'unione. 

Nella stessa maniera in cui l'oscurità sparisce davanti alla luce, nella stessa maniera l'ignoranza svanisce quando arriva la conoscenza.

La percezione è il mezzo attraverso il quale si porta l'ignoranza davanti la conoscenza. 

La percezione, nonostante è sprovvista di inganni, perché in un altra maniera diventa un messaggero dell'ignoranza, invece che un assistente nel cercare la verità.
2. La ricerca della verità non è che un onesto esame di tutto ciò che la ostacola. 

La verità semplicemente è. 

Non può essere persa, né cercata né trovata.

E' ovunque tu sia, perché è nel tuo interiore. 

Tuttavia puoi riconoscerla o ignorarla, può essere reale o falsa per te.

Se la nascondi diventa irreale per te per il fatto di averla nascosta e di averla rivestita di paura. 

La verità è nascosta sotto ogni pietra angolare della paura, sopra a quelle che hai creato con il tuo sistema demente di credenze.

Però non puoi sapere questo, perché hai nascosto la verità nella paura e non vedi ragione alcuna per credere che mentre più guardi in faccia la paura meno la vedrai e più chiaro vedrai ciò che nasconde.
3. E' impossibile convincere quelli che non credono che lo sanno già tutto. 

Dal suo punto di vista non è la verità che sanno. Però come Dio lo sa è la verità.

Questi sono i punti di vista chiaramente opposti nella realtà di ciò che “non sanno”. 

Per Dio, non sapere è qualcosa di impossibile. 

Non sapere, pertanto, non è un punto di vista, ma semplicemente una credenza in qualcosa che non esiste.

L'unica cosa che accade a quelli che non sanno è che hanno ospitato questa credenza e dovuto a esso, sbagliano rispetto a se stessi.

Hanno definito se stessi in maniera differente da come sono stati creati. 

La sua creazione non è un punto di vista, ma una certezza. 

Quando l'incertezza è portata alla certezza, ogni convinzione rispetto alla sua realtà è abbandonata.
4. Abbiamo fatto enfasi nel fatto che l'indesiderabile deve essere portato davanti al desiderabile e ciò che non si desidera, davanti a ciò che si desidera.

Ti renderai conto che questa è la maniera di raggiungere la salvezza, se ti fermi a considerare ciò che è la dissociazione.

La dissociazione è un processo di pensiero distorto nel quale si hanno due sistemi di credenze che non possono coesistere.

Se si mette uno accanto a l'altro, risulta impossibile accettarli entrambi. 

Pero se uno di loro è mantenuto nascosto dall'altro, la sua separazione sembra di mantenerli in corso e fa che loro possano sembrare ugualmente reali.

Mettere uno accanto a l'altro pertanto diventa il motivo della paura, perché se fai questo non potrai che smettere di accettare uno di loro.

Non puoi rimanere con entrambi sistemi di credenze, perché ognuno suppone la negazione dell'altro!

Mettili uno accanto a l'altro e la loro assoluta incompatibilità risulterà evidente immediatamente.

Uno di loro deve sparire perché l'altro si vede nello stesso posto.
5. Quando una mente crede nell'oscurità e si nega ad abbandonarla, la luce non può entrare. 

La verità non lotta contro l'ignoranza, né l'amore attacca la paura.

Ciò che non necessità di protezione non ha necessità di difendere se stesso. 

Le difese sono invenzioni tue. Dio non le conosce. 

Lo Spirito Santo le usa in favore della verità soltanto perché tu le hai inventato per essere contro di essa.

La percezione in accordo con il proposito che Egli ha di essa, semplicemente viene trasforma in una chiamata a ciò che hai attaccato.

Le difese, nella stessa maniera che tutto il resto che hai inventato, devono essere trasformate dolcemente in qualcosa di benefico per te e lo Spirito Santo reinterpreterà i mezzi di autodistruzione facendoli diventare i mezzi di conservazione e liberazione.

Il compito dello Spirito Santo è imponente, ma il potere di Dio è con Egli. 

Portare a termine questo compito quindi è qualcosa tanto facile per Egli, che è stato ottenuto nello stesso istante in cui è stato dato a te.

Non ritardare il tuo ritorno alla pace, e non chiedere a te stesso come Egli porterà a termine ciò che Dio le ha affidato.

Lascia tutto nelle mani di Uno che sa. 

Il compito dello Spirito Santo è imponente! Ma non corrisponde a te, questo compito!

Non ti è stato chiesto di portare a termine un compito di tale grandezza.

Ti È stato chiesto unicamente di fare l'unica piccola cosa che Egli ti suggerisce, avere fiducia che se Egli lo ha chiesto a te, tu lo puoi fare.

Vedrai quanto facile potrai portare a termine tutto ciò che Egli ti chiederà.
6. Lo Spirito Santo ti chiede solo questo; di portare davanti a Egli tutti i segreti che hai nascosto. 

Apri tutte le porte e chiedigli di entrare nell'oscurità, di svanirla con la Sua luce. 

Se lo inviti, Egli entrerà piacevolmente. 

E porterà la luce nell'oscurità se tu chiudi l'entrata ad essa.

Però Egli non può vedere ciò che mantieni nascosto. 

Egli vede per te, però se tu non guardi quello che hai nascosto insieme a Egli, Egli non può vederlo.

La visione di Cristo non è soltanto per Egli, ma per te e per Egli. Porta a Egli quindi tutti i tuoi tenebrosi pensieri, tutti i tuoi segreti e contemplali insieme a Egli.

Egli protegge la luce dalla tua oscurità, perché entrambe le cose non possono coesistere quando le contempli insieme a Egli.

Il Suo giudizio prevarrà ed Egli lo offrirà a te quando unirai la tua percezione alla Sua.
7. Unendoti alla Sua maniera di vedere è come potrai imparare a condividere con Egli l'interpretazione della percezione che conduce alla conoscenza.

Per conto tuo non puoi vedere. 

Condividere la percezione con Quello che Dio ti ha dato, ti insegna a riconoscere ciò che vedi.

E' il riconoscimento che nessuna cosa che vedi significa niente di per sé. 

Vedere con Egli ti mostrerà che tutto il significato, incluso il tuo, non procede da una visione doppia, ma della dolce fusione di tutte le cose in un solo significato, una sola emozione e un solo proposito.

Dio ha un solo proposito e lo condivide con te. 

L'unica visione che lo Spirito Santo ti offre, darà questa unicità alla tua mente con una chiarezza e una luminosità tanto intensa, che per nessuna ragione del mondo eviterà che tu possa accettare ciò che Dio vuole che tu abbia.

Contempla la tua volontà e accetta che è la Sua e che tutto il Suo Amore è tuo. 

Tutto l'onore si arrende davanti a te attraverso lo Spirito Santo e attraverso Egli, verso Dio! Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.
Bracciale Legno di Sandalo