27 feb 2014

Qualsiasi desiderio dell'ego è un desiderio di qualcosa che non esiste. parte 2.

Sat Nam!! Tante benedizioni e pioggia di amore. Che questo giorno sia una opportunità per amare, vedere nell'altro la tua divinità e la tua innocenza. Ti amo.

Ogni giorno ricordiamo qualcosa che abbiamo dimenticato.Ogni giorno riconosciamo che non sappiamo nulla, quindi ci lasciamo guidare dallo Spirito Santo che sa tutto. 

Fare questo ci da tanta pace e ogni cosa che si presenta nella nostra vita è ciò che Egli ha deciso che sia, non l'ego. 

Le decisioni dell'ego ci fanno soffrire, le decisioni di Dio ci fanno sentire pace e amore. 

Siamo amore, siamo abbondanza, siamo la Volontà di Dio. Ti amo.

Padre non c'è altra Volontà che la tua. Sono felice che non c'è nulla che possa immaginare e che possa contraddire ciò che tu vuoi che io sia. 

La Tua Volontà è che io mi trovi completamente a salvo e eternamente in pace. 

Condivido piacevolmente con te, padre mio, la Tua Volontà che mi hai dato come parte di me. Ti amo.

Ripete questo tutte le volte che vuoi: Sono la Volontà di Dio, sono amore e sono pieno e abbondante. 

Qualsiasi cosa che arrivi a te in forma di pensiero, emozione, che sia diverso a ciò che in realtà sei, non è reale, è una proiezione dell'ego. Lasciala andare perché non è reale. Tu sei un figlio di Dio innocenti e perfetto.
Bracciale Rudraksha
Capitolo 9.
La accettazione dell'Espiazione.
I. La accettazione della realtà. Continuazione.
8. Nessuna mente sana potrebbe credere che la sua volontà è più forte di quella di Dio. Se una mente crede che la sua volontà è differente da quella di Egli, allora può concludere solo che Dio non esiste o che la Sua Volontà è spaventosa.

La prima conclusione da luogo all'ateo, la seconda al martire, che crede che Dio richiede sacrificio.

Qualsiasi di queste due conclusioni dementi produrranno panico, giacché l'ateo crede di essere solo e il martire crede che Dio lo sta crocifiggendo.

Nonostante ciò nessuno vuole sentirsi abbandonato o soffrire rappresaglie, è possibile anche che tanti cercano entrambe le cose.

Puoi chiedergli regali simili allo Spirito Santo e sperare di riceverli?

Egli non può darti ciò che tu non desideri.

Quando chiedi al Donatore Universale ciò che non vuoi, stai chiedendo ciò che non si può dare, perché non è stato mai creato.

E non è stato mai creato perché questa non è stata mai ciò che la tua volontà ha disposto per te.
9. In ultima istanza tutti devono ricordare la Volontà di Dio, perché, in ultima istanza, tutti devono riconoscere se stessi.

Questa riconoscenza è il riconoscimento che la sua volontà e quella di Dio sono una.

Nella presenza della verità non ci sono increduli né sacrifici.

Nella sicurezza della realtà, la paura non ha assolutamente nessun senso.

Negare ciò che semplicemente è, solo può dare l'impressione che è terribile.

La paura non può essere reale senza una causa e Dio è l'unica causa.

Dio è amore e Egli è certamente ciò che tu desideri.

Quella è la tua volontà.

Chiedi questo e ti verrà concesso, perché starai chiedendo unicamente ciò che già appartiene a te.
10. Quando chiedi allo Spirito Santo ciò che ti potrebbe fare del male, egli non può risponderti, perché non c'è nulla che può farti del male e pertanto non stai chiedendo nulla.

Qualsiasi desiderio che proceda dall'ego è un desiderio di qualcosa che non esiste e chiederlo non è una vera petizione.

E' semplicemente una negazione travestita da petizione.

Lo Spirito Santo non da importanza alla forma, giacché è cosciente solo di ciò che ha significato.

L'ego non può chiedere nulla allo Spirito Santo, perché non esiste comunicazione tra di loro.

Tu, invece, puoi chiedere tutto ciò, perché tutte le petizioni che fai a Egli sono reali, perché procedono dalla tua mente corretta.

Negherebbe lo Spirito Santo la Volontà di Dio? Potrebbe smettere di riconoscerla nel suo Figlio?
11. Non ti rendi conto dell'enorme quantità di energia che sprechi negando la verità?

Cosa diresti a qualcuno che si impegna nel tentare l'impossibile, credendo che ottenerlo è avere esito?

La credenza che per poter essere felice devi avere l'impossibile è in totale disaccordo con il principio della creazione.

Dio non ha potuto aver disposto che la tua felicità dipendesse da ciò che non potresti avere mai.

Il fatto che Dio è Amore non ha bisogno che si creda in esso, ma si richiede accettazione.

Puoi certamente negare i fatti, ma non puoi fare in modo che cambino.

Se ti chiudi gli occhi con le mani, non potrai vedere perché starai interferendo con le leggi della visione.

Se neghi l'amore, non potrai conoscerlo, perché la tua cooperazione è la legge dell'esistenza.

Non puoi cambiare le leggi che tu non hai promulgato, le leggi della felicità sono state create per te, non da te.
12. Qualsiasi tentativo di negare quello che semplicemente è, produce necessariamente paura, e se il tentativo è forte produrrà panico.

Voler imporre la tua volontà contro la realtà comunque è impossibile, può trasformarsi in una ossessione, anche se quello non è realmente ciò che vuoi.

Però esamina il risultato di questa strana decisione: stai dedicando la tua mente a ciò che non desideri.

Quanto reale può essere questa dedizione?

Se in realtà non desideri ciò che perseguiti, è che mai è stato creato.

E se non è stato creato mai, non è nulla.

Puoi in realtà dedicarti a ciò che è nulla?
13. Dio nella Sua Dedizione a te, ha creato te dedicato a tutto e ti ha dato quello a ciò che ti stai dedicando. Di altra maniera non saresti stato creato perfetto.

La realtà è tutto e tu hai tutto, perché sei reale.

Non puoi creare l'irreale perché l'assenza della realtà è spaventosa e la paura non è qualcosa che possa essere creata.

Mentre continui a credere che è possibile avere paura non potrai creare.

Due ordini di realtà che si oppongono tra di loro tolgono alla realtà tutto il significato e la realtà è significato.
14. Ricorda, quindi, che la Volontà di Dio è possibile già e che nulla lo sarà mai.

In questo risiede la semplice accettazione della realtà, perché solo questo è reale.

Non puoi distorcere la realtà e allo stesso tempo sapere ciò che è.

Se la distorci sperimenterai ansietà, depressione, e finalmente panico, quindi starai tentando di convertire te stesso in qualcosa di irreale.

Quando senti quelle cose, non tentare di cercare la verità fuori da te stesso, quindi può trovarsi solo dentro di te. Dite, quindi:

Cristo è in me, e dove Egli è Dio deve stare quindi, Cristo è parte di Egli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. Google

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO