30 ott 2013

Libera le tue emozioni e trova il tuo equilibrio. Parte 2.

Sat Nam! Continuiamo con il tema dell'emozioni represse del libro di Osho. Questo testo ci insegna che non serve a nulla controllare quello che sentiamo, nasconderle soltanto ci farà soffrire di più. L'emozioni devono uscire alla luce per essere compresse, riconosciute e poter liberarle.

Queste emozione che sentiamo che ci fanno tante volte arrabbiare e piangere o quello che sia, sono meravigliose opportunità per scoprire la nostra oscurità  dobbiamo cercare il modo d'esprimerle ma non su qualcuno, già che l'altro soltanto è lo specchio dove vediamo riflessa la nostra paura.

In questo momento dobbiamo scegliere di sentire, osservare senza agire, senza coinvolgerci in quello che sta succedendo, per conoscerci, per capire la verità nascosta, per sapere il perché di questa nostra reazione e perché gli altri attuano cosi. Solo lasciandole esprimersi potremo trovare la vera pace. Ti amo.

Continuiamo con Osho...
Sempre che ti sorprendi creando un problema di discussione, litigio, fugge via da esso subito. Una volta stai immerso in un problema di questo genere, esso richiederà una soluzione. E se anche la trovi, dopo questa soluzione riappariranno mille e uno problemi. In quanto sbagli il primo passo sei in trappola.

Ogni volta che vedi che ti stai mettendo in un problema, renditi conto di esso, corre, salta, balla, ma non immischiarti in esso. Fai qualcosa immediatamente in modo che il flusso dell'energia che stava creando i problemi si sciolga, si fonda di nuovo nel cosmo.
Spunti per una Vita Reale

Una persona che non si arrabbia mai e controlla la sua rabbia, è molto pericolosa. Stai attendo, può uccidere. Se tuo marito(o tua moglie) non si arrabbia mai, allora è pericoloso.. Un marito(o la moglie) che si arrabbia è un essere umano naturale, non abbiate paura.

Un marito o moglie che non si arrabbia mai, un giorno improvvisamente salta ad asfissiare. E sarà come se fosse posseduto da qualcosa. Gli assassini hanno sempre detto al giudice: "Abbiamo commesso il crimine, ma eravamo posseduti. Di chi erano posseduti? Del proprio inconscio.Dell'inconscio represso, che dopo è esploso. La sensibilità cresce con la percezione. Controllando ti spegni e muori.

Questo è parte del meccanismo di controllo: se sei spento e morto, allora niente ti interesserà, come se il corpo fosse diventato una cittadella, una difesa. Nulla ti colpirà né l'insulto né l'amore. Ma questo controllo avviene a un costo molto grande, inutile, e diventa tutto lo sforzo nella vita: controllati... E poi muori!

L'intero sforzo controllerà tutta l'energia consumata, e poi solo resta morire. La vita diventa una cosa noiosa e morta, in qualche modo si riesce a continuare. La società ti insegna il controllo e la censura, di questa maniera un bambino si controllerà quandosi si senta censurato.


La mente può giocare il gioco del silenzio, può giocare il gioco ad essere senza pensieri, senza emozioni, ma semplicemente sono emozioni represse,completamente vive, pronte a balzare in qualsiasi momento.

Le cosiddette religioni dei santi sono caduti nella fallacia di calmare la mente. Se continui ad stare in silenzio, cercando di controllare i tuoi pensieri, senza permetterti le tue emozioni, senza consentire alcun movimento dentro di te, piano, piano, diventerà la tua abitudine. Questo è il più grande inganno che si può avere, perché ogni cosa è esattamente la stessa. Nulla è cambiato, ma sembra aver subito una trasformazione. Osho-Libro dell'emozioni.

Grazie amati fratelli.Tanti benedizioni e pioggia d'abbondanza. Ricorda che tu e io siamo uno!! Ti amo
MI DISPIACE PERDONAMI GRAZIE TI AMO
Google

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO