Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

10 ago 2015

Non puoi concedere a te stesso la tua innocenza, perché tu sei troppo confuso su chi sei. Parte 2.

Sat Nam bello essere! 

Un pensiero che non perdona fa molte cose.

Persegue freneticamente il suo obiettivo, torcendo e girando tutto ciò che crede che si può interporre nel suo cammino.

Il suo proposito è quello di alterare, il quale è anche il mezzo con cui si propone di raggiungere tale obiettivo.

È dedicata a spazzare furiosamente la realtà senza fermarsi di fronte a niente che possa sembrare di contraddire il suo punto di vista.
Capitolo 31.
La visione finale.
VII-La visione del Salvatore

4. Vivi in quel mondo tanto quanto in questo, poiché entrambi sono concetti di te stesso che possono essere scambiati, ma non potranno mai essere alloggiati contemporaneamente.

Il contrasto è molto maggiore di quanto puoi immaginare, perché amerai questo altro concetto di te stesso, perché non è stato concepito solo per te.

Anche se è nato come un regalo per qualcuno che non hai percepito come il tuo proprio essere, ti è stato dato a te.

Perché il perdono che hai concesso a lui ora è stato accettato per entrambi.
5. Abbi fede in Quello che cammina accanto a te, perché così il tuo concetto timoroso di te stesso possa cambiare.

E contempla il buono in lui, in modo che i tuoi pensieri "cattivi" non ti possano spaventare nel non essere in grado di offuscare il modo in cui lo vedi.

E tutto ciò di cui hai bisogno è che tu sia disposto a questo felice cambiamento abbia luogo.

Non ti viene chiesto nulla di più.

In sostegno a questo cambiamento, ricorda ciò che il concetto di te stesso, che adesso hai, ti ha portato nella sua scia e dà il benvenuto per accogliere il contrasto che ti offre.

Estende la tua mano e ricevi il dono del dolce perdono che offri a Quello che ha così tanto bisogno di esso come te.

E lascia che il concetto crudele che hai di te stesso possa essere scambiato per un altro che offre la pace di Dio.

Non puoi concedere a te stesso la tua innocenza, perché tu sei troppo confuso su chi sei. Parte 1.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.