20 gen 2015

Il corpo di tuo fratello non ti mostra a Cristo. Scegli ciò che desideri vedere: il suo corpo o la sua santità. Parte 2.

Sat Nam bello essere divino! Tante benedizioni e tanto amore a te che sei parte di me!

Oggi se devo fare piani aspetterò che mi sia detto quali sono.

Può essere che non saranno quei piani che pensavo che erano necessari per me o forse non saranno le risposte ai problemi che credevo di dover affrontare. 

Ma sono solo le risposte ad altro tipo di domande, è queste hanno bisogno di essere risposte fino a quando finalmente arriveranno a me.

Lo scopo di tutte le mie difese è stato quello di impedirmi di ottenere quello che ho già ricevuto oggi.

E di fronte alla luce e alla gioia della semplice fiducia, chiederò a me stesso con sorpresa come mai ho potuto pensare che mi dovevo difendere dalla mia libertà.

Il cielo non chiede nulla. E' l'inferno quello che chiede stravaganti sacrifici.

Oggi non rinuncio a nulla e in questo momento indifeso mi presento davanti il Creatore tale è come sono veramente.
Capitolo 24
Il desiderio di essere speciale.
VI- Come scappare dalla paura.
Scarica l'audio mp3Scarica pdf.

8. La santità di tuo fratello è sacramentale ed è una benedizione per te. I suoi errori non possono privarlo dalla benedizione di Dio, neanche a te che lo percepisci correttamente.

I suoi errori possono provocare ritardi dei quali ti è stato incaricato di liberarlo, perché entrambi potete completare una giornata che non è iniziata mai e che non è necessario finire.

Ciò che non è mai esistito non è parte di te. Nonostante penserai che lo è fino a che ti renderai conto che quella cosa non è parte di quello che è accanto a te.

Lui è il riflesso di te stesso, ed è dove vedi il giudizio che hai emesso di entrambi. Il Cristo in te contempla la sua santità.

Il tuo desiderio di essere speciale percepisce il suo corpo e non vede lui.
9. Contemplalo tale è come è al fine che la tua liberazione non possa ritardare più nell'arrivare.

L'unica cosa che ti offre un'altra opzione è vagare senza meta, senza proposito e senza aver ottenuto niente in assoluto.

E mentre tuo fratello continua ad essere addormentato e non è liberato dal passato ti tormenterà una sensazione di inutilità per non aver potuto portare a termine la funzione che ti è stata incaricata.

Ti è stato chiesto di salvare dalla condonazione quello che ha condonato se stesso e a te insieme a lui, perché tanto tu come lui potete essere salvati.

E entrambi vedrete la gloria di Dio in Suo Figlio che hai sottomesso alle leggi che non hanno alcun potere su di lui.
10. Non ti farebbe sentire bene scoprire che non sei soggetto a queste leggi?

Non vederlo allora come un prigioniero di loro.

Non è possibile che ciò che governa una parte di Dio non governa il resto.

Sottometti te stesso alle leggi che consideri che governano tuo fratello.

Pensa allora quanto grande dev'essere l'amore di Dio per te, perché Egli ti abbia dato una parte di Sé Stesso al fine di evitarti dolore e darti la gioia.

E non avere dubbio che il tuo desiderio di essere speciale scomparirà di fronte alla Volontà di Dio, che ama e cura ogni aspetto di Se stesso ugualmente.

Il Cristo in te può vedere tuo fratello correttamente. Ti opporresti allora alla santità che Egli vede?
11. Essere speciale è la funzione che tu hai assegnato a te stesso.

Rappresenta unicamente te come un essere che ha creato se stesso, autosufficiente e senza il bisogno di niente e separato da tutto ciò che si trova oltre il suo corpo.

Di fronte agli occhi del tuo desiderio di essere speciale tu sei un universo separato, capace di mantenersi completo in se stesso, con tutte le porte assicurate contro qualsiasi intromissione e tutte le finestre chiuse ermeticamente per non permettere alla luce di entrare.

E all'essere sempre arrabbiato dal costante attacco al quale sempre hai creduto di essere sottomesso e al sentire che la tua ira è pienamente giustificata, ti sei impegnato nell'ottenere questo obbiettivo con una forza che non hai pensato mai di rifiutare e con uno sforzo che non hai pensato mai di abbandonare. 

E tutta quella feroce determinazione è stata per questo: avresti voluto che essere speciale fosse la verità.
12. Adesso semplicemente ti è stato chiesto di perseguire un'altra meta che ha bisogno di molto meno vigilanza, di molto poco sforzo e di poco tempo e che è appoggiata dal potere di Dio che garantisce il tuo successo.

Sebbene delle due mete questa è quella che ti risulta più difficile.

Capisci il “sacrificio” del tuo essere che l'altra parte suppone, anche se non consideri che questo sia un prezzo eccessivo.

Però avere un po' della buona volontà, dare un segnale di acconsentimento a Dio o dare il benvenuto al Cristo in te, ti sembra un fardello estenuante e noioso, troppo pesante per te.

Sebbene la dedizione alla verità tale e come Dio l'ha stabilita non ha bisogno di sacrifici né di qualsiasi sforzo e tutto il potere del Cielo e la forza della verità stessa ti saranno date al fine di fornire a te i mezzi e garantire la consecuzione della meta.
13. Tu che credi che è più facile vedere il corpo di tuo fratello che la sua santità, assicurati che capisci ciò che ha dato luogo a questo giudizio.

Lì è dove si sente chiaramente la voce del desiderio di essere speciale giudicando Cristo e stabilendo l'obbiettivo che puoi raggiungere per ciò che non puoi fare.

Non dimenticare che questo giudizio dev'essere applicato ugualmente a ciò che fai con esso in quanto che è un alleato tuo.

Però ciò che fai attraverso Cristo Egli non lo sa.

Per Cristo quel giudizio non ha nessun senso, perché soltanto ciò che la Volontà di Suo Padre dispone è possibile e non c'è nessun'altra alternativa che Egli possa vedere.

E dalla Sua assoluta mancanza di conflitto procede la pace.

E dal Suo Proposito i mezzi per raggiungere facilmente il tuo obbiettivo e trovare riposo.
Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO