16 gen 2015

Da dove potrebbe procedere la tua pace se non dal perdono? Parte 2.

Sat Nam bello essere divino! Tante benedizioni e tanto amore a te che sei parte di me! 

Oggi aspetto con gioia quell'istante, pieno di assoluta fiducia nel presente, perché questo è parte di ciò che è stato pianificato per me. 

Resto nella certezza che mi sarà fornito tutto il necessario per raggiungere questo oggi. 

Non farò nessun piano su come otterrò questo ma mi renderò conto che è l'unica cosa che mi è stata richiesta, affinché la verità possa entrare nella mia mente con assoluta certezza.

Capitolo 24

Il desiderio di essere speciale.
V- Il Cristo in te.

6. Il Cristo è in silenzio. Egli sa dove vai e ti porta lì dolcemente, benedicendoti attraverso tutto il percorso.

Il suo amore a Dio rimpiazza ogni paura che hai creduto di vedere dentro te

La sua santità fa che Egli veda se stesso in quello la cui mano stai prendendo e in quello che conduci verso Egli.

Ciò che vedi è proprio uguale a te. Perché chi se non Cristo puoi vedere, sentire, amare e seguire a casa?

Egli ti ha contemplato per prima ma ha riconosciuto che non eri completo. In modo che ha trovato ciò che ti completa in ogni cosa che vive e che Egli completa e ama.

E che ancora continua a cercare in modo che ognuna possa offrirti l'amore di Dio
7. Tuttavia Egli rimane molto silenzioso, perché sa che l'amore è in te adesso, aggrappato con forza dalla stessa mano che prendeva quella di tuo fratello.

La mano di Cristo prende tutti i tuoi fratelli in se stesso. Egli concede la visione ai loro occhi che non vedono e canta a loro l'inno celestiale, perché i suoi uditi smettano di sentire il suono delle battaglie e della morte.

Egli estende se stesso verso gli altri attraverso loro stessi e gli offre la sua mano perché loro possano benedire ogni cosa vivente e vedere la loro santità.

Egli si rallegra che questi siamo i panorami che vedi e che li possa contemplare insieme a Egli e condividere la Sua gioia.

Egli è libero da ogni desiderio di essere speciale ed è quello che Egli ti offre al fine che tu possa salvare dalla morte ogni cosa vivente e ricevere da ognuna il dono della vita che il tuo perdono offre al tuo essere.

La visione di Cristo è l'unica cosa che può essere vista. Il Canto è l'unica cosa che può essere sentito.

La mano di Cristo è l'unica cosa a cui puoi aggrapparti. Non c'è altra giornata che camminare con Egli.
8. Tu che ti accontenti con l'essere speciale e cerchi la salvezza lottando contro l'amore, considera questo: il santo Signore del Cielo è disceso fino a te per offrirti la tua complessione.

Ciò che è di Egli appartiene a te, perché la tua complessione è anche la Sua. 

Egli che non ha disposto di essere senza il suo figlio non avrebbe potuto mai disporre che tu fossi senza i tuoi fratelli.

E ti avrebbe dato Egli un fratello che non fosse tanto perfetto come te e tanto somigliante come te e come Egli nella loro santità come tu non puoi che esserlo anche?
9. Prima che possa avere conflitto ci deve essere un dubbio. E Ogni dubbio dev'essere su te stesso. Cristo Non ha nessun dubbio e la sua serenità viene dalla sua certezza.

Egli scambierà tutti i tuoi dubbi per la sua certezza se tu accetti che egli è uno con te e che quella unità è infinita, atemporale e che è accanto a te, perché le tue mani sono le sue.

Egli è in te, tuttavia cammina accanto a te e davanti a te facendoti vedere il cammino che egli deve seguire per trovare la sua propria complessione. 


La sua quiete diventa la tua certezza e dove può essere il dubbio, una volta la certezza è arrivata?
Un corso di miracoli. 

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. Google. Tutti post del corso di miracoli. 

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO