16 dic 2014

Essere stato liberato dal conflitto significa che questo non ha ancora finito.

Sat Nam bello essere divino! Tante benedizioni e tanto amore a te che sei parte di me!  

"L'essere" che ha bisogno di protezione non è reale.

Il corpo, che di per sé non ha alcun valore e non è degno della minima difesa, richiede solo di essere percepito come qualcosa di completamente estranea a te, per diventare uno strumento sano e utile attraverso il quale la mente può funzionare fino a smettere di essere utile.

Perché, chi vorrebbe tenerlo una volta che cessa di essere utile?
Cofanetto Merry Christmas - Superfoods
Per natale regala benessere
Capitolo 23
La guerra contro te stesso.
III-La salvezza senza transigere.
Scaricare audio mp3. Scaricare pdf.

1. Non è vero che non conosci alcune delle forme in cui l'attacco si può manifestare?

Se è certo che l'attacco in qualsiasi delle sue forme, ti farà del male e ti farà tanto male come lo farebbe qualsiasi delle forme che riconosci, allora puoi concludere che non sempre riconosci la fonte del dolore.

Qualsiasi forma di attacco è ugualmente distruttiva. Il suo proposito è sempre la stessa cosa.

La sua unica intenzione è assassinare e quale altra maniera di assassinato può nascondere l'immensa colpevolezza e il terribile timore di essere punito che l'assassino non può almeno che sentire?

Può negare che è un assassino e giustificare la sua infamia con il sorriso mentre la commette. Sebbene soffrirà e vedrà le sue intenzioni attraverso incubi dove i sorrisi saranno spariti e nei quali il suo proposito verrà all'incontro della sua terrorizzata coscienza per continuare a perseguitarlo.

Perché nessuno che pensa di assassinare può scappare dalla colpevolezza che quel pensiero porta. Se l'intenzione dell'attacco è la morte, cosa importa la forma che adotta?
2. Potrebbe qualsiasi forma di morte, per bellissima e caritatevole che sia, essere una benedizione e un segno che la Voce che parla per Dio sta parlando a tuo fratello attraverso te?

La confezione non fa il regalo. Una scatola vuota per molto bella che sia e per molta gentilezza che si possa avere dandola, continua ad essere vuota.

E tanto quello che lo riceve come quello che lo dà non potrà continuare ad ingannarsi per molto tempo.

Nega il perdono a tuo fratello e lo starai attaccando. Non darai a lui niente e solo riceverai da lui quello che hai dato.
3. La salvezza non transige in assoluto. Transigere è accettare soltanto una parte di ciò che vuoi: prendere solo un po' e rinunciare al resto.

La salvezza non rinuncia a niente. È concessa a tutti per intero. Se permetti che l'idea di transigere invada il tuo pensiero, perderai la coscienza del proposito della salvezza, perché non la riconoscerai.

Quel proposito è negato quando l'idea di transigere è accettata, perché è la credenza che la salvezza è impossibile.

L'idea di transigere sostiene che puoi attaccare un po', amare un po' ed essere cosciente della differenza.

In questa maniera pretende insegnare che un po' della stessa cosa può essere differente e nello stesso tempo rimanere intatto come se fosse una cosa sola. Ha senso questo? È per caso comprensibile?
4. Questo corso è facile precisamente perché non transige in assoluto. Tuttavia sembra di essere difficile per quelli che credono ancora che è possibile transigere.

Non si rendono conto che se lo fosse, la salvezza sarebbe un attacco. 

È indubitabile che la credenza che la salvezza è impossibile non può favorire la calma e serena certezza che questa è già arrivata.

Il perdono non può essere negato solo un po'. 

Non ti piacerebbe poter riconoscere ciò che costituisce un assalto alla tua pace, se soltanto in questa maniera risulterebbe impossibile che la perdessi di vista?

Se non la difendi, puoi mantenerla brillando di fronte alla tua visione, eternamente chiara e senza mai perderla di vista.
5. Quelli che credono che è impossibile difendere la pace e che è giustificato attaccare nel suo nome, non possono percepire che la pace si trova dentro di loro.

Come potrebbero saperlo? Come potrebbero accettare il perdono e allo stesso tempo continuare ad avere la credenza che alcune forme di assassinato mantengono la pace in salvo?

Come potrebbero essere disposti ad accettare il fatto che il proprio brutale proposito è verso loro stessi? 

Nessuno si unisce al suo nemico, né condivide il suo proposito. E nessuno transige con il suo nemico senza continuare ad odiarlo per ragione di ciò che questo gli ha tolto.
6. Non confondere una tregua con la pace, né la transigenza con lo scappare dal conflitto. 

Essere stato liberato dal conflitto significa che questo non ha ancora finito.

La porta è aperta, ti sei ritirato dal campo di battaglia. Non sei rimasto lì con la speranza codarda che il conflitto non si riprenderà, solo perché le armi sono state lasciate da parte per un attimo e la paura che spaventa il luogo della morte non è evidente.

In un campo di battaglia non c'è sicurezza ma puoi contemplarlo in salvo dall'alto senza che ti possa attaccare.

Però dentro di esso non puoi trovare nessuna sicurezza. Né uno solo degli alberi che ancora sono in piedi possono darti rifugio.

Né una sola delle fantasie di protezione può servire da scudo contro la fede nell'assassinato.

È qui il corpo, vacillante tra il desiderio naturale di comunicarsi e l'intenzione non naturale di assassinare e di morire. 

Credi che può esserci alcuna maniera di assassinato che possa offrire sicurezza?

Potrebbe forse la colpevolezza essere assente nel campo di battaglia? Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli. 
From Vibrations To Emotions - CD
Harmonic resonance
Tu Sei la Dea - Agenda Lunare 2015
Prendi coscienza dell'energia che hai a disposizione durante l'anno!

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO