Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

11 set 2014

Percepire un fratello come se fosse un corpo è mancanza di fede. Parte 2.

Sat Nam bello essere divino! Tante benedizioni in questo giorno perfetto così come sei tu!

Padre, la tua mente ha creato tutto ciò che esiste, il Tuo spirito si è addentrato in esso e il Tuo amore li ha dato la vita. 

Potrei contemplare quello che Tu hai creato, come se fosse un nido del peccato? 

Non voglio vedere tali immagini scure e spaventose. 

E' impossibile che io possa preferire il sogno di un demente invece di tutta la bellezza con cui hai benedetto la creazione.


Non posso neanche ignorare tutta la sua purezza e la sua felicità, né la sua eterna e serena dimora in Te.

Permetti che tutte le apparenze siano pure, in modo che possa ignorarle con innocenza, e andare insieme a casa di nostro Padre come fratelli e figli santi di Dio che noi siamo.
Cellfood
Formula Everett Storey. Ossigeno per la vita
Capitolo 19.
La consecuzione della pace
I. La guarigione e la fede.
9. Avere fede è guarire. E' il segnale che hai accettato l'Espiazione e quindi che desideri condividerla. Attraverso la fede offri il regalo della liberazione del passato che hai ricevuto.

Non ti avvalere di niente che tuo fratello abbia fatto prima per condannarlo adesso.

Scegli liberamente di ignorare i suoi errori guardando oltre tutte le barriere che ci sono tra te e lui e vedendo entrambi come se fosse una cosa sola.

E in questa unità che contempli, la tua fede è pienamente giustificata. La mancanza di fede non è mai giustificata. La fede invece lo è sempre.
10. La fede è l'opposto alla paura ed è parte dell'amore, nella stessa maniera che la paura è parte dell'attacco. La fede è il riconoscimento dell'unione.

È il benevolo riconoscimento che ogni fratello è un Figlio del Tuo amorevolissimo Padre, amato da Egli come lo sei tu e pertanto amato da te come se fosse te stesso.

Il Suo Amore è ciò che ti unisce a tuo fratello e dovuto al Suo Amore non desidereresti di  mantenere nessuno escluso il tuo.

Ogni fratello appare tale è come è percepito nell'istante santo, unito a te nel tuo proposito di essere liberato dalla colpevolezza.

Quando vedi il Cristo in lui, lui guarisce perché contempli in lui ciò che fa che avere fede in tutti sia giustificato eternamente.
11. La fede è il regalo di Dio attraverso Quello che Egli ti ha dato. La mancanza di fede contempla il Figlio di Dio e lo giudica indegno del perdono.

Però attraverso gli occhi della fede il Figlio di Dio si vede perdonato e libero da ogni colpa che lui stesso ha gettato su se stesso.

La fede lo vede soltanto come è adesso, perché non pone attenzione al passato per giudicarlo, piuttosto vede unicamente in lui la stessa cosa che vede in te.

Non vede attraverso gli occhi del corpo, né va in cerca di corpi per dare validità a se stessa.

La fede è l'araldo della nuova percezione, inviata per congregare i testimoni che daranno la testimonianza del suo arrivo e per ridarti i suoi messaggi.
12. La fede può essere scambiata per la conoscenza tanto facilmente come è il mondo reale. Perché la fede nasce dalla percezione dello Spirito Santo ed è un segnale che condividi con Egli.

La fede è un regalo che offri al Figlio di Dio attraverso lo Spirito Santo ed è tanto accettabile dal Padre come dal Figlio. Pertanto lo stai offrendo a te stesso. 

La tua relazione santa con il suo nuovo proposito ti offre la fede per darla a tuo fratello. La tua mancanza di fede vi ha separato e così non vedi la tua salvezza con lui. 

La fede nonostante ciò vi unisce nella santità che vedete, non attraverso gli occhi del corpo ma attraverso la visione di Quello che vi ha uniti e in Cui siete uniti.
13. La grazia non è stata data al corpo ma alla mente. E la mente che la riceve vede istantaneamente oltre il corpo e vede il santo luogo dove è stata guarita. 

Lì è dove si alza l'altare nel quale la grazia è stata data e dove si trova.

Offri la grazia e la benedizione a tuo fratello, perché ti trovi nello stesso altare dove è stata data la grazia ad entrambi.

E lasciate che la grazia vi guarisca insieme, così potresti guarire attraverso la fede.
14. Nell'istante santo, tu e tuo fratello vi trovate di fronte all'altare che Dio ha fatto per se stesso e per voi due.

Lasciate indietro la mancanza di fede e venite ad esso insieme. In esso vedrete il miracolo che la vostra relazione è stata rinnovata dalla fede.

E in essa vi renderete conto che non c'è niente che la fede non possa perdonare.

Nessun errore può ostacolare la sua serena visione, la quale porta il miracolo della guarigione con la stessa facilità di tutti.

Perché quello che è stato comandato di fare ai messaggeri dell'amore, loro lo fanno e tornano con le buone nuove di averlo consumato in te e tuo fratello, che vi trovate uniti di fronte all'altare da dove loro sono stati inviati.
15. Nella stessa maniera in cui la mancanza di fede manterrebbe i vostri miseri regni sterili e separati, così la fede aiuterà lo Spirito Santo a preparare il terreno per il santissimo giardino in cui Egli vuole farlo diventare.

Perché la fede regala la pace e chiede alla verità di entrare e abbellire ciò che è stato già preparato per la bellezza.

La verità continua ad essere molto vicino alla fede e alla pace e completa il processo di abbellimento che loro hanno intrapreso.

Perché la fede continua ad essere una della meta dell'apprendimento, che smette di essere necessario una volta che la lezione è stata imparata. La verità invece non si allontanerà mai.
16. Dedica te stesso all'eterno e impara a non essere un ostacolo per questo, né farlo diventare uno schiavo del tempo.

Perché ciò che credi di fare all'eterno lo stai facendo a te stesso. Quello a cui Dio ha creato come il suo Figlio non è schiavo di niente, perché è il Signore di tutto, insieme al Suo Creatore.

Puoi schiavizzare un corpo, ma le idee sono libere e non possono essere imprigionate o limitate in alcun modo, eccetto nella mente che le ha concepite.

Perché questa rimane unita alla sua fonte che diventa il suo carceriere o il suo liberatore, secondo l'obbiettivo che accetta per se stesso. Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.