Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

13 ago 2014

Il tuo proposito non è cambiato né cambierà mai, perché hai accettato ciò che non può cambiare mai.

Sat Nam bello essere divino! Tante benedizioni in questo giorno perfetto così come sei tu! 

La mia santità è ben oltre la mia capacità di capire o di sapere di cosa si tratta. 

Tuttavia, Dio mio padre, che l'ha creata, riconosce che la mia santità è la Sua. 

La nostra volontà insieme capisce ciò che è, è riconosce che è così. Padre, la mia santità non viene da me. 

Non mi appartiene per lasciare che il peccato possa distruggerla. 
Angel's Trumpet - Californian Flower Essence
Paura della morte - Rifiuto dell’esistenza del mondo spirituale
Non è mia per permettere che sia il bersaglio dell'attaccoLe illusioni possono nasconderla ma non possono spegnere il suo folgore né attenuare la sua luce, che si trova sempre perfetta e incontaminata. 

In essa tutte le cose guariscono perché ancora sono esattamente come le hai create. 

posso conoscere la mia santità, perché sono stato creato dalla santità stessa. Posso conoscere la mia fonte, perché la tua volontà è che sia così.
Capitolo 17
Il perdono e la relazione santa.
VIII-Le condizioni della pace.
1. L'istante santo non è che un caso speciale, un esempio estremo di ciò che ogni situazione dovrebbe essere.

Il significato che il proposito dello Spirito Santo ha dato all'istante santo, lo ha dato anche a ogni situazione.

L'istante santo suscita la stessa sospensione della mancanza di fede, che rifiuta e non è utilizzata, perché la fede possa rispondere alla chiamata della verità.

L'istante santo è un esempio supremo, la dimostrazione inequivocabile del significato di ogni relazione e di ogni situazione quando si vedono per intero.

La fede ha accettato ogni aspetto della situazione e la mancanza di fede non ha imposto che ciò che è niente si possa vedere escluso da essa. 

È una situazione di perfetta pace dovuto semplicemente che hai permesso che sia quello che è.
2. Questa semplice cortesia è tutto ciò che lo Spirito Santo ti chiede: 

Permettere che la verità sia ciò che è. 

Non intervenire, non attaccarla, né interrompere il suo arrivo.

Permetti che avvolga ogni situazione e che possa dare la pace. 

Neanche ti viene chiesto di avere fede, perché la verità non chiede niente.

Permetti che possa entrare ed essa invocherà la fede di cui hai bisogno per godere della pace e ti assicurerà che tu possa disporre di essa. 

Però non ti alzare contro di essa, perché non potrà fare atto di presenza se ti opponi ad essa.
3. Non desidereresti di fare di ogni situazione un istante santo? 

Perché questo è il regalo della fede che viene dato liberamente ovunque la mancanza di fede sia lasciata da parte e senza usare.

Il potere del proposito dello Spirito Santo può essere usato al suo posto. 

Questo potere trasforma istantaneamente tutte le situazioni nell'unico mezzo, sicuro e continuo di stabilire il Suo proposito e di dimostrare la sua realtà.

Ciò che è stato dimostrato ha avuto la necessità di fede e questa è stata concessa. 

Ora diventa un fatto, al quale non si può togliere la fede.

La tensione che coinvolge negare la fede alla verità è molto grande e molto grande rispetto a ciò che puoi immaginare.

Però rispondere alla verità con fede non provoca nessuna tensione.
4. Per te che hai risposto alla chiamata del tuo Redentore, la tensione che provoca il fatto di non rispondere alla Sua chiamata sembra ancora più grande di prima.

Però non è così. 

La resistenza era sempre lì, però l'hai attribuita ad un'altra cosa, credendo che quella “altra cosa” era ciò che la produceva.

Però questa non è stata mai la verità. 

Perché ciò che quella “altra cosa” produceva era dolore e depressione, malattia e sofferenze, tenebre e vaghe fantasie di terrore, paura e fantasie spaventose di torrenti sogni dell'inferno.

E tutto ciò non era che l'intollerabile tensione che si produceva per il fatto di negarti a depositare la tua fede nella verità e a vedere la sua evidente realtà.
5. Tale è stata la crocifissione del Figlio di Dio.

La sua mancanza di fede ha provocato tutto ciò. 

Pensa molto bene prima di permetterti di usare la tua mancanza di fede contro di lui.

Perché lui è risolto e tu hai accettato la Causa del suo risveglio come la tua propria causa.

Hai assunto il compito che ti corrisponde nella sua redenzione e adesso sei completamente responsabile per lui.

Non fallire a lui adesso, perché ti è stato permesso di capire ciò che la tua mancanza di fede in lui ti provoca.

La sua salvezza è il tuo unico proposito. 

Vedi soltanto questo in ogni situazione e ognuna di loro diventerà un mezzo per avere soltanto questo.
6. Quando accetterai la verità come l'obbiettivo della tua relazione, diventerai un datore della pace tanto irremissibilmente come il fatto che tuo Padre ti ha dato la pace.

Perché l'obbiettivo della pace non può essere accettato senza le sue condizioni e tu hai avuto fede in quell'obbiettivo, perché nessuno accetta ciò che non crede che è reale.

Il tuo proposito non è cambiato né cambierà mai, perché hai accettato ciò che non può cambiare mai. 

E adesso non puoi negare niente di cui ha bisogno per il fatto di essere eternamente immutabile.

La tua liberazione è sicura. 

Devi dare tale è come hai ricevuto. 

Questo dimostra che ti sei alzato al di sopra di qualsiasi situazione che potesse fermarti e mantenerti separato da quella chiamata a cui hai risposto. Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.
Farina di Farro Integrale