24 set 2015

Permetti che sia Cristo in te quello che interpreta per te. Parte 2.

Sat Nam miei cari fratelli!! 

Pioggia di benedizioni! 

Tante benedizioni e tanto amore! Oggi è un giorno per ringraziare.

Ringraziamo lo Spirito Santo per la sua guida, il Suo amore e la Sua pazienza. 

Sentiamo infinita gratitudine per tutto ciò che abbiamo e per tutte le opportunità che riceviamo ogni giorno.
Chicory Dose
Integratore alimentare a base di piante e derivati 100% bio
Capitolo 11. 
Dio o l'ego.
VI-Svegliarsi alla redenzione.

4. Io sono la tua risurrezione alla tua vita. 

Vivi in me perché vivi in Dio e tutti i tuoi fratelli vivono in te, così come tu vivi in ognuno di loro. 

Come potresti percepire allora indennità in un fratello senza percepirla in te stesso?

Come potresti percepirla in te stesso senza percepirla in Dio? 

Credi nella risurrezione perché questa è stata consumata e si è consumata in te.

Questo è tanto certo ora come lo sarà sempre, perché la risurrezione è la Volontà di Dio che non conosce tempo, né eccezioni.

Ma non fare eccezioni o non percepirai ciò che è stato consumato per te. 

Perché ascendiamo insieme fino al Padre come è stato dall'inizio, com'è ora e come sarà sempre, perché questa è la naturalezza del Figlio di Dio tale come Suo Padre lo creò.
5. Non sottovalutare il potere della devozione del Figlio di Dio, né il potere che il dio che lui venera esercita su di lui, perché il Figlio di Dio si prostra davanti l'altare del suo dio, tanto se è il dio che lui stesso ha inventato come se fosse il Dio che lo ha creato.

Perciò è che la schiavitù è tanto totale come lo è la sua libertà, perché obbedirà unicamente il dio che accetterà. 

Il dio della crocifissione esige che lui crocifigga e i suoi devoti gli obbedissero.

Crocifiggono se stessi nel suo nome credendo che il potere del Figlio di Dio viene dal sacrificio e dal dolore. 

Il Dio della risurrezione non esige nulla, perché non è la Sua Volontà togliere nulla a te.

Non esige obbedienza, perché la obbedienza implica sottomissione

L'unica cosa che vuole è che tu possa renderti conto qual'è la tua volontà e di farla, non con spirito di sacrificio o con sottomissione, ma con l'allegria della libertà.
6. La risurrezione non può che attirare te irresistibilmente che volentieri offri la tua fedeltà, perché è il simbolo della gioia. 

Il suo irresistibile potere risiede nel fatto che rappresenta ciò che tu vuoi essere.

La libertà di abbandonare tutto ciò che ti ferisce, ti umilia e ti fa intimorire, non può essere imposta a te, ma può essere offerta a te attraverso la grazia di Dio. 

E tu puoi accertarla attraverso la Sua Grazia, perché Dio è misericordioso con Suo Figlio accettandolo senza riserve come Suo.

Cosa è tuo allora? 

Il padre ti ha dato tutto ciò che è Suo e Egli Stesso è tuo insieme a tutti i tuoi fratelli. 

Protegge loro nella loro risurrezione, perché se non lo fai non ti sveglierai in Dio, circondato dalla sicurezza di ciò che è tuo per sempre.

Permetti che sia Cristo in te quello che interpreta per te. Parte 1.
Permetti che sia Cristo in te quello che interpreta per te. Parte 3.
Permetti che sia Cristo in te quello che interpreta per te. Parte 4.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO