Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

27 apr 2015

Ogni persona che odia ha paura dell'amore e pertanto non può che avere paura di Dio. Parte 2.

Sat Nam bello essere!

Quanto sante sono le nostre menti! 

Tutto ciò che vediamo riflette la santità della mente che è una con Dio e con se stessa

Quanto facilmente scompaiono gli errori e la morte conduce alla vita eterna! 

Le nostre impronte luminose indicano la via alla verità, perché Dio è il nostro compagno nel nostro breve giro per il  mondo. 

E quelli che ci seguono riconosceranno la strada, perché la luce che ci accompagna diventa una con noi e non si separa da noi man mano andiamo avanti.

Capitolo 29.
Il risveglio.
I- La clausura dello spazio.

5. Il corpo non potrebbe separare la tua mente da quella di tuo fratello a meno che volessi che questo fosse la causa della vostra separazione e lontananza.

Quindi gli attribuisci un potere che non ha ed è ciò che fa che abbia potere su di te.

Perché adesso pensi che il corpo determina quando dovresti riunirvi e che limita la vostra capacità di essere in comunione con la mente dell'altro.

E così ti dice dove andare e come arrivare fino a lì, ciò che è comprensibile intraprendere e ciò che non puoi fare.

Ti dice anche ciò che la sua salute può tollerare così come ciò che lo stancherà e lo farà ammalare.

Le sue “inerenti” debolezze stabiliscono i limiti di ciò che può fare e fanno che il tuo proposito diventi debole e limitato.
6. Il corpo si può adeguare a tutto questo, se questo è il tuo desiderio.

Permetterà soltanto i limitati sfoghi di “amore” e con intervalli di odio.

E si farà carico di decidere quando potrà “amare” e quando deve cercare rifugio nella paura per mantenersi in salvo.

Si ammalerà perché tu non sai ciò che è amare.

In questa maniera utilizzerai indebitamente ogni circostanza e tutti quelli che troverai e non potrai che vedere in loro un proposito distinto da quello tuo.
7. L'amore non esige sacrifici.

Però la paura esige il sacrificio dell'amore, perché non può sussistere di fronte la sua presenza.

Per perpetuare l'odio è necessario avere paura dell'amore e limitare la sua presenza a soltanto alcuni momenti, mantenendolo lontano dal resto del tempo.

In questo modo è percepito come traditore, perché sembra di andare e venire a proprio piacimento e di non offrirti nessuna stabilità.

Non ti rendi conto di quanto limitata e debole è la tua lealtà e di quante volte hai chiesto all'amore di allontanarsi da te e di lasciarti solo e in “pace”.
8. Il corpo che di per sé non ha nessun obbiettivo è la scusa che hai per i diversi obbiettivi che hai e che lo obblighi a perseguire.

Non è la sua debolezza ciò che ti da paura ma la sua mancanza di forza o debolezza.

Non ti piacerebbe sapere che niente si può interporre tra te ed esso?

Non ti piacerebbe sapere che non c'è spazio tra il quale ti possa nascondere?

Quelli che scoprono che il suo salvatore non è già suo nemico sperimentano un soprassalto.

Quando scoprono che il corpo non è reale nasce una certa apprensione e sperimentano diverse tonalità di apparente timore attorno a questo felice messaggio che “Dio è Amore
9. Quando lo spazio sparisce nonostante ciò l'unica cosa che si sperimenta è la pace eterna

Non è più che quello, però neanche meno.

Se non avessi paura di Dio cosa potrebbe indurti ad abbandonarlo?

Quali giochi o bigiotterie c'è nello spazio che potrebbe privare te per un istante del Suo Amore?

Permetteresti che il corpo dicesse “no” alla chiamata del Cielo, se non avessi paura di perdere il tuo essere per il fatto di trovare Dio?

Però come sarebbe possibile che perderesti il tuo essere nel trovarloUn corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.