Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

14 ott 2010

Trova la pace attraverso la preghiera.

Sat Nam! Se ti senti stanco, non sai cosa fare, non vedi la uscita, ti sembra tutto impossibile, hai perso la voglia di vivere, è perché ti sei scollegato da Dio. Ti sei separato dall'amore. 

Tu sei amore e devi vivere come quello che sei: amore. essendo amore la tua vita è bellissima!!

Quando ti senti cosi, e ti senti da solo, abbandonato, senza forza è ora di sintonizzare con il tuo essere, è ora di cercare il silenzio, di rilassarti, è ora di chiedere aiuto, di parlare con Dio. 

Un modo per farlo è attraverso la preghiera. Le preghiere sono uno strumento molto potente, che ci consente di metterci in contatto, non solo con l’Uno ma con tutti i piani e mondi sottili. 

La preghiera non è per chiedere a Dio di cambiare le cose che no vogliamo, invece, è per chiedere a Dio di aiutarci a capire il perché di questo che sto vivendo, aiutarci a vedere la realtà, a correggere i nostri errore e correggere la nostra mente. 

Entriamo in silenzio per ascoltare quello che egli devi dirci, per chiarire con il suo aiuto, la nostra mente, e trovare la pace.
La Scienza Perduta della Preghiera
Il potere nascosto della Bellezza, della Benedizione, della Saggezza e del Dolore. Nuova Edizione
Quando stai li in silenzio, rilassato, respirando, sentendo il tuo cuore che batte sei uno con Dio. Dio e te sono uno, Egli è il tuo amico. 

Puoi chiamarli come vuoi, o semplicemente parlare con te stesso, parlare come parli a un amico, a quello che ti vuole davvero bene e incondizionatamente, che è solo il tuo altro IO, te in un'altra dimensione. 

Raccontale tutto ciò che ti succede, anche già egli lo sa, ma vuole sentirlo da te perché senza che tu lo chieda, non può fare nulla, perché tu sei libero di fare e di scegliere.

Per fare una preghiera non devi appartenere a nessuna religione, ne essere un credente, ne leggere la bibbia  ne appartarti del mondo, ne lasciare di fare quello che ti piace fare solo devi entrare in comunione con te, con il tuo interiore. 

Non richiede nessun sforzo dalla tua parte, solo amore, semplice amore, accettazione e fiducia. 

Inizia a trovare piccoli spazi per ricordarti della tua divinità, per onorarla, riconoscerla e permetterli di guidarti secondo la sua volontà.

Per esperienza propria posso dirti che si sente molta pace, pace vera nel cuore quando si inizia a comunicare con Dio in un linguaggio semplice. 

A volte cerchiamo disperatamente qualcuno con chi parlare, che ci capisca, che non ci giudichi, ma mai ci ricordiamo che abbiamo accanto a noi uno che ci tiene tantissimo perché è chi ci ha creato e egli soltanto vuole il meglio per noi.

Solo sta aspettando che ci rendiamo conto che noi non possiamo risolvere le nostre situazione e conflitti da soli, che noi non sappiamo come farlo e che dobbiamo chiedere aiuto alla sua energia divina attraverso lo spirito santo. 

Puoi anche scrivere quello che senti, buttare via quello che hai dentro di te che ti sta avvelenando la vita, lascialo andare, se devi piangere fallo, non importa è parte della pulizia, prima esce tutto prima finisce il dolore perché Dio ti aiuterà a capirlo, a prendere coscienza e dopo a lasciarlo andare. 

La preghiera è necessaria perché la nostra mente è distorta ed è un modo per chiedere aiuto, per dare il permesso a Dio di correggere tutti i nostri errori

Quando la nostra mente sia retta e torne al suo equilibrio saremo totalmente uno con Dio è non avremo bisogno della preghiera, mentre, sappiamo che possiamo contare con questo immenso  aiuto.

La preghiera non necessariamente devi farla seduto, l'importante e stare comodo, in un posto tranquillo, anche io la faccio in mezzo al rumore e alla gente perché sto abituata, può essere che per te sia meglio trovare uno spazio tranquillo dove tu possa stare da solo. 

Respira profondamente per tre volte(respirazione completa) questo è per rilassarti, portarti a uno stato di calma totale

All'inizio se non sai come pregare può essere necessario leggere il modello, ma piano piano fai questo, sorgeranno le tue proprie parole, e cosi è che dev'essere, semplice, come se stessi parlando con te stesso, Dio sta in te, tu sei lui e lui è te. sentilo nel tuo cuore!! Ringrazia per questo!!

Mentre leggi continua a respirare, la respirazione fa possibile la connessione e libera la mente dei pensieri. 

Tutti i tuoi pensieri lasciali stare, non ti resista, se ti perdi, torna di nuovo con la respirazione. 

Quando finisci di leggere o di parlare con Dio, rimane alcuni minuti respirando in silenzio, senza fare nulla..solo ascolta...ascolta.

Un modello di preghiera che ti servirà di guida. Con immensa gratitudine,
Spirito santo mostrami il cammino a seguire, guidami, cammina accanto a me con amore, mostrami quello che devo sapere, dimmi quello che devo fare. 

Consegno a te il controllo totale della mia vita, le mie esperienze, le mie sofferenze, le mie credenze e carenze. 

Non ti chiedo nulla perché mi affido alla tua volontà, perché so che tu vuoi tutto il bene per me e se devo sperimentare qualcosa che non mi piace, aiutami a ricordare che tutto è una lezione che io devo imparare perché ogni lezione è un miracolo per la mia liberazione. Grazie e ti amo. Google

Lascia di soffrire, nasce di nuovo, collegate con Dio e trova la pace attraverso la preghiera. Ti amo. Namastè!! MI DISPIACE  PERDONAMI  GRAZIE  TI AMO.

“L’effetto Isaia” ipotizza l’esistenza di una scienza perduta, di una tecnologia capace di produrre il potere di dirigere gli avvenimenti: la tecnologia della preghiera.