Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

12 gen 2015

Il perdono mette fine al desiderio di essere speciale. Parte 1.

Sat Nam bello essere divino! Tante benedizioni e tanto amore a te che sei parte di me! 

Le difese sono i piani che intraprendi per attaccare la verità.


Il loro obiettivo è quello di selezionare quello a cui dai il tuo concepimento e scartare ciò che  consideri incompatibile con le tue credenze su ciò che è la tua realtà. 


Tuttavia, ciò che rimane è certo che non ha significato. Perché la tua realtà è la minaccia che le tue difese cercano di attaccare, nascondere, lacerare e crocifiggere.

Capitolo 24
Il desiderio di essere speciale.
III-Come perdonare il desiderio di essere speciale.

1. Il perdono mette fine al desiderio di essere speciale. L'unica cosa che può essere perdonata sono le illusioni, che allora spariscono.

Il perdono è ciò che ti libera da tutte le illusioni e perciò è impossibile perdonare parzialmente.

Nessuno che si aggrappa a una sola illusione può considerare se stesso libero dal peccato, perché in tale caso ancora starà affermando che un errore su se stesso è bellissimo.

E di questo modo lo qualifica come “impossibile di perdonare” e lo fa diventare un peccato.

Come potrebbe allora concedere il perdono totalmente quando non lo vuole accettare per se stesso?

Perché è sicuro che lo riceverebbe completamente nell'istante in cui lo concederà.
E in questo modo la colpevolezza che mantiene nascosta sparirebbe, giacché lui stesso la ha perdonata.

2. Qualsiasi forma di voler essere speciale che ancora hai in stima la hai fatto diventare peccato. Si alza inviolabile e la difendi con tutte le tue forze contro la volontà di Dio. 

E così si alza contro di te come nemica tua, non di Dio.

In questa maniera sembra di liberarti da Dio e fare che tu continui ad essere separato da Egli invece di essere il difensore.

Preferisci proteggere ciò che Dio non ha creato. Sebbene questo idolo che sembra di darti il potere in realtà sta togliendolo a te.

Perché hai dato il patrimonio di tuo fratello, lasciando questo da solo e condannato, rimanendo te stesso nel peccato e nella sofferenza insieme a lui di fronte all'idolo che non può salvarvi. 
3. Non sei tu quello che è tanto vulnerabile e suscettibile di essere attaccato che basta soltanto una parola per cambiare tutto il mondo e provocare il caos.

La verità non é qualcosa di fragile, e le illusioni non possono provocare cambiamenti in esso in assoluto.

Però essere speciale non è quello che è la verità su di te. Perché qualsiasi cosa fa perdere lo squilibrio.

Ciò che riposa su quello che non è niente non potrà mai essere stabile.

Per molto grande e inconcepibile che possa sembrare, se indebolirà, girerà e fluttuerà con la brezza più pallida.
4. Senza i cimenti niente è sicuro. Avrebbe lasciato Dio Suo Figlio in uno stato in cui la sicurezza non significasse niente?

Questo non sarebbe possibile in nessuna maniera. Suo Figlio rimane in salvo riposando in Egli

Il tuo desiderio di essere speciale è quello che si vede attaccato da tutto ciò che cammina e respira, da quello che striscia o scivola o semplicemente vive.

Niente è in salvo dal suo attacco e quello non è in salvo da niente.

Non potrà perdonare mai perché questo è ciò che è : un voto segreto perché ciò che Dio vuole per te non possa essere mai, giacché ti opporrai alla sua volontà per sempre.

Non è possibile neanche che entrambe le volontà possano essere mai la stessa mentre il tuo desiderio di essere speciale si alza come una spada fiammeggiante di morte in mezzo a loro facendo che siano nemici.

Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. 


Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.