Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

31 lug 2014

Il punto zero è l'accettazione totale e l'apertura alla vita. Parte2

Sat Nam miei cari fratelli!! Pioggia di benedizioni!! Continuiamo con il post del video: Punto zero un salto verso l'istante.

E' un video realizzato da Yanina Solis. Qui lascio l'audio mp3 di questa seconda parte del video-Punto zero un salto verso l'istante-2


Sono venuto a vivere quell'illusione della separazione per conoscermi ed esperimentarmi nella separazione. 


Nella prima parte del viaggio creiamo l'illusione di separazione e ci distorciamo. 


Immagina un oceano dove per esperimentare la separazione viviamo in bottiglie e in piccoli pezzi d'acqua.  


L'acqua che è dentro della bottiglia è la stessa che sta nell'oceano, pero si esperimenta in maniera differente, perché la bottiglia è la nostra vita umana, la nostra personalità.



Il Campo del Punto Zero - Libro
Alla scoperta della forza segreta dell'universo. Una vasta fonte di energia illimitata in grado di sostituire tutte quelle fino ad oggi.
Ed è quello che ci permette di esperimentare come qualcosa che è ferma nell'oceano. Quella separazione va a creare come conseguenza un vuoto. 

E come io non sono già il tutto, voglio riempire questo vuoto con qualcosa dall'esterno.
Allora mi metto a cercare qualcosa per riempire questo vuoto. Pero per poter giocare a cercare ho bisogno di rifiutare ciò che accade nel mio presente. 

Se non sentissi quel rifiuto alla mia vita non sentirei il bisogno di cercare.

Per giocare il gioco della scelta in questo oceano che è la esistenza, devo avere l'illusione che posso controllare le onde, allora inizio ad etichettarle come cattive, buone e ne staro rifiutando alcune e cercando altre.

Il tempo sarà creato a partire dall'illusione che io posso controllare l'oceano dell'esistenza.
Perché? 

Perché al non accettare ciò che sta accadendo, al non accettare le onde che vengono, allora andrò nel passato per vedere come sono state le onde anteriore della mia vita per vedere come gestire quelle che vengono. 

O andrò nel futuro a proiettare le onde che desidero, perché quello che sta succedendo non lo accetto.
Perché credo che quello che sta accadendo non sono io. Se sento rabbia non posso esplorare la rabbia, perché credo che la rabbia non dovrebbe accadere

E l'unica cosa che ho è che non voglio vivere quella rabbia.  

E questa è la separazione, la credenza che ci sono cose, che ci sono onde che sono degne di vivere e altra no. 

E mi rifiuto costantemente a vivere ciò che sta accadendo nella mia vita. La non accettazione!!