08 apr 2014

Svegliati e ricorda il tuo proposito, perché è la tua volontà ricordarlo.

Sat Nam cari fratelli!! Tante benedizioni e tanto amore in questo giorno perfetto. Ogni giorno che studiamo il corso di miracoli qualcosa si sveglia in noi.

Piano piano iniziamo a ricordare e vediamo le cose in maniera semplice e facile. 


Ogni volta che esperimentiamo una situazione la nostra percezione non è già la stessa che era prima. E' cambiata!

Guardiamo lo stesso problema da un'altra prospettiva e ci rendiamo conto che già non ci fa male. Che già non significa tanto come significava prima. E' che non è reale come pensavamo.

Olio Cellulite alla Betulla - Weleda
Tonifica i tessuti e leviga l'epidermide
Ogni volta che vediamo qualcosa che non ci piace, guardiamo dentro, perché sappiamo che quello che vediamo è solo un riflesso di ciò che è dentro di noi.

Quello che vediamo non appartiene a nessuno al dì fuori di noi. L'altro solo ci sta facendo vedere attraverso lui, le paure, la colpa, la mancanza di amore che dobbiamo riconoscere in noi, accettare, e liberare. Perché noi siamo l'altro.


Oggi ricordiamo chi siamo e mai più lo dimenticheremo. Posiamo vedere ciò che non è vero e riconosciamo che non è reale. E riposiamo in pace e serenità.


Questo farà più facile il nostro cammino di ritorno a casa. Accettando, riconoscendo e lasciando andare con l'aiuto dello Spirito Santo. Ti amo! Namastè.



Capitolo 12. Il programma di studio dello spirito santo.
II. Come ricordare Dio.
1. I miracoli sono semplicemente la trasformazione della negazione in verità. Se amare se stesso significa guarire se stesso, chi sono malati non amano se stessi.

Pertanto stanno chiedendo l'amore per poter guarire ma lo stanno negando se stessi.

Il compito dell'operatore di miracoli è, quindi negare la negazione della verità. I malati devono guarire se stessi perché la verità dimora in loro. 

Però per averla fatta diventare nuvolosa, la luce dell'altra mente ha bisogno di brillare sopra la sua, perché questa luce è sua.
2. La luce brilla in tutti loro con la stessa intensità, indipendentemente di quanto densa sia la nebbia che la nasconde. 

Se non dai alla nebbia nessun potere per nascondere la luce, non avrà nessun potere.

Perché ha potere solo se il Figlio di Dio glie lo da. 

Ed è lui stesso che può togliere quel potere ad esso, ricordando che tutto il potere è di Dio.

Tu puoi ricordare questo per tutta la Filiazione. 

Non permettere a tuo fratello di dimenticare questo, perché la sua dimenticanza è anche la tua.

Però quando tu lo ricordi, lo stai anche ricordando per lui, perché Dio non ricorda da solo. 

Questo è ciò che hai dimenticato. 

Percepire la guarigione di tuo fratello come la tua propria guarigione è pertanto la maniera di ricordare Dio.

Hai dimenticato i tuoi fratelli e Dio, e la Risposta di Dio alla tua dimenticanza è la maniera di ricordare.
3. Non percepire nella malattia altro che una supplica di amore e offri a tuo fratello ciò che lui crede che non può offrire a se stesso. 

Sia quale sia la malattia non c'è altro che un rimedio.

Raggiungerai la pienezza così come ristabilisci la pienezza degli altri, perché percepire nella malattia una petizione di salute è riconoscere nell'odio una supplica di amore.

E dare a un fratello ciò che in realtà desidera è offrirlo a te stesso, giacché tuo Padre dispone che tu capisca che tuo fratello e tu siete la stessa cosa.

Concedigli la sua petizione di amore e la tua rimarrà anche concessa. 

La guarigione è l'amore di Cristo per Suo Padre e per Se Stesso.
4. Ricorda ciò che avevamo detto sulle percezioni timorose che hanno i bambini piccoli, le quali sono spaventose per loro perché non le capiscono.

Se chiedono illuminazione e la accettano, le sue paure svaniscono.

Però se nascondono i suoi incubi li conserveranno. 

E' facile aiutare un bambino insicuro, giacché riconosce che non capisci il significato delle sue percezioni. 

Tu invece credi che capisci il significato delle tue.

Creature di Dio stai nascondendo la tua testa sotto una pesante coperta che tu hai messo sopra te stesso. 

Stai nascondendo i tuoi incubi nell'oscurità della tua falsa certezza e negandoti ad aprire gli occhi e guardarla in fronte.
5. Non possiamo rimanere con gli incubi perché non sono offerte degne di Cristo e pertanto non sono regali degni di te. 

Togli le coperte sopra di te e affronta ciò che ti da paura.

Solo ciò che tu immagini che quello possa essere è ciò che ti da paura, perché la realtà di ciò non è nulla non può dare paura.

Non ritarderemo questo perché il sogno di odio non andrà via a meno che chiedi aiuto e l'aiuto è già qui. Impara a mantenerti sereno in mezzo all'agitazione, perché la quietezza suppone la fine della lotta e in questo consiste la giornata alla pace.

Guarda di fronte ogni immagine che appare per ritardare te, perché il successo dell'obbiettivo è inevitabile dovuto a che è eterno.  

Avere l'amore come obbiettivo è qualcosa a ciò che hai diritto e quello è così nonostante i tuoi sogni.
6. Vuoi ancora ciò che Dio dispone e nessun incubo può impedire che un Figlio di Dio raggiunga il suo proposito. 
Perché il tuo proposito è stato dato da Dio a te, e non puoi che realizzarlo, giacché questa è la Sua Volontà.

Svegliati e ricorda il tuo proposito, perché è la tua volontà ricordarlo. 

Ciò che è stato portato a termine da te deve essere tuo.

Non permettere che il tuo odio ostruisca il cammino dell'amore, perché non c'è nulla che possa resistere all'amore che Cristo professa a Suo Padre o all'amore che Suo Padre professa a Egli.
7. Dentro di poco mi vedrai, perché io non sono nascosto, anche se tu stai nascondendo te stesso. 

Nella mia risurrezione è la tua liberazione. 

La nostra missione è scappare dalla crocifissione, non dalla redenzione.

Abbi fiducia nel mio aiuto, perché io non ho camminato da solo e camminerò con te nella stessa maniera in cui il nostro padre camminò con me. 

Non sapevi che ho camminato con Egli in pace?

E non significa questo che la pace ci accompagna attraverso tutta la giornata?
8. Nell'amore perfetto non c'è paura. 

Non faremo altra cosa che dimostrare la perfezione di ciò che è già perfetto in te. 

Non avere paura dello sconosciuto ma di quello che è conosciuto.

Non fallirai nella tua missione perché io non fallirò nella mia. 

Nel nome della assoluta fiducia che ho in te, abbi fiducia in me anche sia solo un po', e raggiungeremo facilmente la meta della perfezione insieme.

Perché la perfezione semplicemente è, e non può essere negata. 

Negare la negazione del perfetto non è tanto difficile come negare la verità e crederai in ciò che possiamo fare insieme quando lo vedrai realizzato.
9. Tu che hai tentato di esiliare l'amore non hai potuto farlo, però tu che scegli di esiliare la paura non potrai che avere successo. 

Il Signore è con te, ma tu non lo sai. Sebbene il tuo redentore vive e dimora in te nella pace, nella quale Egli è stato creato. 

Non ti piacerebbe lo scambio della tua coscienza di paura per questa coscienza?

Quando avremo superato la paura, non nascondendola, né togliendole l'importanza, né negando in qualche modo il suo impatto, questo è ciò che in realtà vedrai.

Non puoi lasciare da parte gli ostacoli che si interpongono nella vera visione, a meno che li osservi prima, giacché lasciarli da parte significa che hai giudicato contro di loro.

Se li esamini lo Spirito Santo li giudicherà correttamente. 

Sebbene Egli non può eliminare con la Sua Luce ciò che tu mantieni nascosto, perché tu non lo hai consegnato a Egli e Egli non può toglierlo.
10. Ci stiamo imbarcando quindi in un programma molto bene organizzato, dovutamente strutturato e pianificato con cura che ha come obbiettivo imparare a consegnare allo Spirito Santo tutto ciò che non desideri.

Egli sa cosa fare con esso. Tu invece non sai come valerti dalla tua conoscenza.

Qualsiasi cosa che sia consegnata e che non sia di Dio sparisce.

Nonostante tu devi essere completamente disposto a esaminare quello che consegni, giacché altrimenti non ti servirebbe a nulla. 

Egli non smetterà mai di aiutare te, giacché è il suo unico proposito.


Non è vero che hai un motivo in più per temete il mondo così come lo percepisci, che guardare la causa della paura e abbandonarla per sempre? Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. Google. Tutti post del corso di miracoli
 

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO