31 mar 2014

Permetti che sia Cristo in te quello che interpreta per te. Parte 1.

Sat Nam miei cari fratelli!! 

Pioggia di benedizioni! 


Padre l'unico che voglio oggi è la verità. 

Ho avuto tanti pensieri dementi su di me stesso e della mia creazione e ho introdotto nella mia mente un sogno di paura. 

Oggi non voglio sognare. 

Scelgo il cammino che mi conduce a Te invece della demenza e la paura. 


Riconosco che tu sei la verità e la vita e che solo l'amore è sicuro. Ti amo. Grazie!!!
Workshop @VIVI. Respira che ti Passa! Tecniche di Respirazione per l'Autoguarigione con JAYADEV JAERSCHKY
Capitolo 11. 
Dio o l'ego.
VI-Svegliarsi alla redenzione.

1. E' impossibile non credere in ciò che vedi, ma è ugualmente impossibile vedere ciò che non credi. 


La percezione si costruisce sulla base dell'esperienza, e l'esperienza ti porta verso le credenze.

La percezione non può essere stabilita fino a che le credenze saranno consolidate. 


Infatti ciò che vedi è ciò che credi. 

Questo è ciò che ho voluto dire con “Beati quelli che credono senza vedere”, perché quelli che credono nella resurrezione la vedranno.

La resurrezione è il trionfo definitivo di Cristo sull'ego, non attaccandolo ma trascendendolo.

Perché Cristo certamente si alza al di sopra dell'ego e di tutte le sue “opere” e ascende fino al Padre e al Suo Regno.

2. Cosa preferiresti, unirti alla resurrezione o alla crocifissione? 

Condannare i tuoi fratelli o liberarli? 


Ti piacerebbe trascendere la tua prigione e ascendere fino al Padre?

Queste domande sono tutte le stesse e hanno allo stesso tempo stessa la risposta

C'è stata molta confusione rispetto a ciò che significa la percezione, dovuto a che la parola viene utilizzata con il significato della “coscienza” e anche con “l'interpretazione” della coscienza. 

Nonostante non puoi essere cosciente senza interpretare, perché ciò che percepisci è la tua propria interpretazione.
3. Questo corso è molto chiaro. 

Se non lo vedi così è perché stai facendo interpretazioni contro di esso e pertanto non credi ciò che dice. 

E come ciò che credi determina la tua percezione, non percepisci il significato del corso e conseguentemente non lo accetti.

Innanzitutto, differenti esperienze ti portano a differenti credenze e attraverso queste a differenti percezioni. 

Giacché le percezioni si imparano attraverso le credenze e l'esperienza certamente insegna.

Ti sto portando a un nuovo tipo di esperienza che ogni volta sarai meno disposto a negare. 

Imparare da Cristo è facile, perché percepire con Egli non c'è bisogno di nessun sforzo. 

Le Sue percezioni sono la tua coscienza naturale e l'unico che ti produce fatica sono le distorsioni che hai introdotto in essa.

Permetti che sia Cristo in te quello che interpreta per te e non tentare di limitare ciò che vedi con le credenze senza senso, indegne di un Figlio di Dio.

Giacché fino a che Cristo non venga accettato completamente il Figlio di Dio considererà se stesso come orfano.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO