17 mar 2014

Non dare importanza a ciò che non è nulla.

Sat Nam miei cari fratelli!! Pioggia di benedizioni. 

Oggi ringraziamo tutto ciò che ci regala la vita, vediamo ogni situazione e ogni essere come una opportunità per salvarci. Ti amo.

Mio fratello impeccabile è la mia guida alla pace, mio fratello peccatore è la mia guida al dolore.

Quello che scelgo sarà quello che contemplerò.

Chi è può essere mio fratello, che il tuo santo figlio?

Se vedo peccato in lui proclamo che sono un peccatore, invece di essere un Figlio di Dio e che mi trovo da solo e senza amici in un mondo spaventoso.

Ma, guardare me di questa maniera è una decisione che io stesso ho presso e posso, quindi, tornare indietro. Posso, quindi, vedere mio fratello libero di peccati e come il tuo santo Figlio.

Se è questa l'alternativa per cui mi sono deciso, vedo la mia impeccabilità, il mio eterno consolatore e amico insieme a me e la strada è libera e chiara.

Scegli per me, Padre mio, attraverso quello che parla per Te, perché solo giudica nel tuo nome. Ti amo. Grazie.
Miele di Manuka Mgo 100
Capitolo 10.
Gli idoli della malattia.
IV. La fine della malattia.
Scaricare audio mp3. Scaricare pdf

1. La magia, qualunque tipo sia, è un intento di riconsigliare gli inconciliabili.

Ogni religione è il riconoscimento che ciò che è inconciliabile non può essere consigliabile.

La malattia e la perfezione sono inconciliabili.

Se Dio ti ha creato perfetto, sei perfetto.

Se credi che puoi essere malato, hai messo altri dei davanti Egli.

Dio non è in guerra con il dio della malattia che hai inventato, ma tu si.

Questo dio è il simbolo della tua decisione di opporti a Dio e hai paura di Egli, perché non li può riconsigliare con la Volontà di Dio.

Se lo attacchi sarà reale per te.

Ma se ti neghi ad adorarlo, sia quale sia la forma in cui si presenta davanti a te, o il luogo dove credi di vederlo, sparirà nel nulla da dove è venuto.
2. La realtà può uscire solo da una mente lucida.

La realtà è sempre lì, pronta per essere accettata, ma per accettarla devi prima essere disposto ad averla.

Per conoscere la realtà si deve essere disposto a giudicare la irrealtà tale come è.

Non dare importanza a ciò che non è nulla è semplicemente giudicalo giustamente e attraverso la tua capacità di valutare correttamente permettere che sparisca. 

La conoscenza non può nascere in una mente piena di illusioni, perché la verità e le illusioni sono inconciliabili.

La verità è integra e non può essere conosciuta solo da una parte della mente.
3. Non si può percepire la Filiazione come parzialmente malata, perché percepirla in questa maniera è non percepirla in assoluto.

Se la filiazione è una, è anche una da qualsiasi punto di vista.

L'unità non può essere divisa, e non potrai limitare questa divisione, perché è un segnale che hai separato parte della tua mente dalla Volontà di Dio.

Questo vuol dire che la tua mente non ha nessun controllo.

Non avere controllo significa che hai perso la ragione e in questo caso la mente diventa irrazionale.

Quando definisci erroneamente la mente, la stai percependo come che funziona erronea.
4. Le leggi di Dio manterranno la tua mente in pace, perché la pace è la Sua Volontà e le Sue leggi sono state promulgate per appoggiarla. 

Le Sue leggi sono le leggi della libertà, ma le tue sono le leggi della schiavitù.

Giacché la libertà e la schiavitù sono irriconciliabili, le sue rispettive leggi non si possono capire contemporaneamente.

Le leggi di Dio funzionano esclusivamente per il tuo bene e non ci sono altre leggi che quelle di Dio.

Le altre non sono governate da nessuna legge ed è pertanto caotico.

Dio Stesso, comunque, ha protetto tutto ciò che Egli ha creato attraverso le Sue Leggi.

Non esiste nulla che non sia governato per loro. Le leggi del “caos” sono una espressione che non ha senso.

La creazione rispetta le sue leggi perfettamente e il caotico è privo di significato, perché Dio non è parte di esso. 

Hai “dato” la tua pace agli dei che hai inventato, ma loro non possono accettarla, perché non sono lì e tu non puoi dargliela.
5. Non sei libero di rinunciare alla tua libertà, ma l'unica cosa che puoi fare è negarla.

Non puoi fare ciò che Dio non ha disposto, perché ciò che Egli non ha disposto non può esistere. 



I tuoi dei non sono quelli che hanno provocato il caos, attribuisci a loro il caos e dopo accetti il caos. Nulla di questo ha avuto mai luogo.

Nulla, eccetto le leggi di Dio, è esistito mai e nulla eccetto la Sua Volontà esisterà mai.

Sei stato creato attraverso le sue leggi e per la sua Volontà e il modo in cui sei stato creato ha stabilito te come creatore. 

Ciò che hai inventato è tanto indegno di te che lo ripudieresti, soltanto essendo disposto a vederlo tale e come è. In questo caso non vedresti nulla in assoluto.

La tua visione automaticamente sarebbe diretta più al dì là di ciò che si trova in te e attorno a te.

La realtà non può salvare le ostruzioni che tu hai messo davanti a loro, ma ti evolverà completamente quando le abbandonerai.
6. Una volta che avrai sperimentato la protezione di Dio, inventare idoli ti sarà inconcepibile.

Nella mente di Dio non ci sono immagini strane e ciò che non è nella Sua Mente non può essere nella tua, perché tu hai una sola mente e questa mente appartiene a Egli.

Ed è tua precisamente perché appartiene a Egli, giacché per Egli essere proprietario di qualcosa significa condividerla. E se questo è così per Egli, lo è anche per te.

Le Sue definizioni sono le Sue leggi, perché attraverso loro si è stabilito l'universo cosi come è.

I falsi dei che tenti di interporre tra la tua realtà e te, non influenzano la verità in assoluto.

Tua è la pace, perché Dio ti ha creato e Egli non ha creato nessun'altro.
7. Un miracolo è l'atto di un Figlio di Dio che ha abbandonato tutti i suoi falsi dei ed esorta i suoi fratelli a fare la stesso cosa.

E' un atto di fede, perché è il riconoscimento che tuo fratello può anche farlo.

E' un appello allo Spirito Santo nella sua mente che viene rinforzata attraverso l'unione.

Giacche l'operatore di miracoli ha ascoltato la Voce di Dio la rinforza nei suoi fratelli malati quando debilita la sua credenza nella malattia che lui non condivide.

Il potere di una mente può irradiare fino ad un altra, perché tutte le lampade di Dio sono state accese dalla stessa scintilla, la quale è in tutte le parti ed è eterna.
8. Tra tanti l'unica che rimane è la scintilla, quindi i grandi raggi sono svelati.

Sebbene Dio ha mantenuto viva la scintilla in modo che i raggi non possano mai essere dimenticati completamente.

Solo con la possibilità che tu possa vedere la piccola scintilla potrai conoscere la grande luce, giacché i raggi sono lì, anche se tu non possa vederli.

Quando percepirai le scintille guarirai, e starai creando perché avrai conosciuto la luce.

Nel processo di ritorno, nonostante, la piccola scintilla deve essere riconosciuta per prima, perché la separazione è stata il declino dalla grandezza verso la piccolezza

La scintilla, nonostante ciò, continua ad essere tanto pura come la grande luce, perché è ciò che rimane della chiamata della creazione. Deposita tutta la tua fede in essa e Dio Stesso ti risponderà. Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. Google Tutti post del corso di miracoli

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO