Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

12 mar 2015

Nessuno che riposa sul vero perdono può soffrire e un corpo malato dimostra che la mente non è ancora guarita. Parte 1.

Sat Nam bello essere! Pioggia di benedizioni.

E queste menti sentiranno l'uccello cantare di nuovo e vedere la sorgente nascere di nuovo

E con una rinascita della speranza e un rinnovato vigore andranno a passo svelto lungo il percorso che sembra improvvisamente più facile da trascorrere man mano che continuano ad andare avanti.

Oggi riposi nella pace di Dio e dal tuo riposo esorta ai tuoi fratelli a trovare quella di loro perché possano riposare accanto a te

Oggi sarai fedele alla tua missione, senza dimenticare nessuno e includendo tutti nel cerchio infinito della tua pace, il santo santuario dove riposi. 

Apri le porte del tempio e lascia che i tuoi fratelli che sono lontani e i tuoi amici più stretti e che provengono dalle parti più remote del mondo, nonché quelli che sono più vicini; possano venire a rilassarsi e riposare con te.
@VIVI BENESSERE 2015 - RIMINI
Nutrire il Corpo, la Mente e lo Spirito - 2° Edizione
Capitolo 27
La guarigione del sogno
II-Il timore a guarire.

1. È spaventoso guarire? Sì, per molti lo è

Perché l'accusa è un'ostacolo per l'amore e i corpi malati sono certamente accusatori.

Ostacolano completamente il cammino della fiducia e della pace, proclamano che i deboli non possono avere fiducia e che i lesionati non hanno motivi per godere della pace.

Chiunque sia stato ferito da un fratello potrebbe amarlo ancora e avere fiducia in lui?

Perché suo fratello lo ha attaccato e ritornerà a farlo.

L'ego ti dice che non lo devi proteggere, giacché il tuo corpo lesionato dimostra che è te stesso che devi proteggere da lui.

L'ego ti dice che forse perdonarlo sarà un atto di carità, però non è qualcosa che lui merita.

Che puoi sentire pietà per la sua colpevolezza però non può essere esonerato.

E che se lo perdoni non fai che aggiungere altro carico alla colpevolezza che ha accumulato finora

Queste sono le credenze dell'ego.
2. Invece la verità è che quelli che non sono guariti non possono perdonare

Perché sono la testimonianza che il perdono è ingiusto.

Preferiscono conservare le conseguenze della colpevolezza che non riconoscono.

Nonostante nessuno può perdonare un peccato che considera reale.

E ciò che ha conseguenze dev'essere reale, perché ciò che è stato fatto è lì alla vista.

Il perdono non è pietà, la quale non fa che cercare di perdonare ciò che crede che è la verità.

Non si può ridare la bontà per cattiveria, perché il perdono non stabilisce per prima che il peccato sia reale per dopo perdonare.

Nessuno che sta parlando seriamente direbbe:”fratello mi hai ferito", e giacché tra noi due io sono il migliore, ti perdono per il dolore che mi hai causato.

Perdonare e continuare a sentire dolore è impossibile, perché entrambe le cose non possono coesistere.

Una cosa nega l'altra e fa che sia falsa.
3. Essere testimone del peccato e nello stesso tempo perdonare è un paradosso che la ragione non può concepire.

Perché afferma che ciò che ti è stato fatto non merita il perdono.

Se lo concedi significa che sei compassionevole con tuo fratello, pero se lo conservi sarà  la prova che lui non è in realtà innocente.

I malati continuano ad essere accusatori.

Non possono perdonare i suoi fratelli, né perdonare se stessi.

Nessuno che riposa sul vero perdono può soffrire, perché già non nasconde la prova del peccato dalla sua propria vista.

Il perdono non può essere per uno e neanche per l'altro.

La persona che ha perdonato è già guarita.

Ed è nella sua guarigione la prova che ha perdonato veramente e che non conserva nessuna traccia di condonazione, che ancora potrebbe utilizzare contro se stesso o contro qualsiasi cosa che vive.
4. Il perdono non è reale, a meno che dà guarigione ad entrambi

Devi dare testimonianza che i suoi peccati non hanno effetti alcuno su di te e dimostrare così che non sono reali.

In quale altra maniera potrebbe lui essere innocente?

E come potrebbe essere giustificata la sua innocenza a meno che i suoi peccati non avessero gli effetti che confermerebbero la sua colpevolezza?

I peccati sono oltre il perdono, semplicemente perché se non fosse così comporterebbero effetti che non potrebbero essere cancellati e neanche essere ignorati completamente.

Il fatto che possano essere cancellati è la prova che sono semplicemente errori.

Permettiti di essere guarito, perché in questa maniera tu possa perdonare e offrire la salvezza a tuo fratello e a te stesso.
5. Un corpo malato dimostra che la mente non è ancora guarita.

Il miracolo della guarigione prova che la separazione non ha avuto effetti.

Crederai a quello che vuoi provare a tuo fratello.

Il potere della tua testimonianza viene dalle tue credenze.

E tutto ciò che dici o pensi da testimonianza di ciò che stai insegnando a lui.

Il tuo corpo può essere il mezzo per dimostrare che non ha sofferto mai per causa di lui.

E che nel guarire può offrire a lui una silenziosa testimonianza della sua innocenza.

Questa testimonianza è quella che può parlare con più eloquenza che mille lingue insieme, perché è la prova che lui è stato perdonato.
6. Un miracolo non può offrire a lui meno di ciò che lui ha dato a te.

In questa maniera la tua guarigione dimostra che la tua mente è guarita e che ha perdonato ciò che tuo fratello non ha fatto.

E così lui si convincerà che non ha perso mai la sua innocenza e guarirà insieme a te.

Il miracolo disfa in questa maniera tutte le cose che, secondo il mondo, non potrebbero essere disfatte.

E la disperazione e la morte non possono che sparire di fronte all'ancestrale clarinetto che chiama alla vita.

Questa chiamata è molto più poderosa dalle deboli e miserabili suppliche della morte e della colpevolezza.

L'ancestrale chiamata che il Padre fa a Suo Figlio e il Figlio ai suoi, sarà l'ultima tromba che il mondo non sentirà mai.

Fratello la morte non esiste.

E imparerai questo quando il tuo unico desiderio sarà dimostrare a tuo fratello che lui non ti ha mai ferito.

Lui crede che ha le mani macchiate con il tuo sangue e pertanto che è condonato.

Però ti è stato concesso poter dimostrargli attraverso la tua guarigione che la sua colpevolezza non è che la trama di un sogno assurdoUn corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di  miracoli.