Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

10 feb 2014

Quello che fa felice te provoca dolore all'ego. Parte 1.

Sat Nam cari fratello, sorella!! Pioggia di benedizioni per te. 

Il corso di miracoli in se stesso non significa nulla, soltanto è un mezzo più diretto per ritornare a casa. 

Ci sono molti sentieri e molte mappe, ma l'unico cammino diretto, sicuro e semplice e il cammino che riconosce la nostra innocenza totale, la nostra pienezza e abbondanza. 

In questo mondo di maya abbiamo creato tante credenze, tante regole, perché in fondo sentiamo che ci manca qualcosa, dovuto a la falsa credenza della separazione. 

Tutte queste credenze, riti, ecc. sono stati importanti nel nostro viaggio di risveglio, ma in realtà nulla di queste cose sono necessarie dal momento che ricordiamo chi siamo.

Se tu hai perso la memoria e non ricordi chi sei e adesso ti trovi per la strada e non ricordi casa tua, neanche i tuoi parenti, è logico che starai vagando in cerca di quella parte di te che non ricordi. 
Pet Energy Stones - Ciondolo in Ametista - con Anello
Ma se un giorno ti svegli e ricordi tutto, è ricordi chi sei, ricordi che là dove sei hai tutto, ricorderai che non hai bisogno di nulla. 

Riconosci che tutto ciò che hai vissuto, mentre avevi perso la memoria era irreale giacché tu sei ricco e abbondante.

Come mai continueresti a pensare che sei povero, come mai continueresti a dubitare su chi sei, Come mai non sapresti dove è la tua casa e chi sono i tuoi parenti? 

Solo un demente continuerebbe a cercare e vivere in questo mondo che non è reale, nelle illusioni. 

Mentre tu eri ancora smemorato pensavi che tutte le cose che facevi prima erano corrette, ma adesso che hai ricordato, sai che Tu non appartieni a quel mondo delle illusioni, che nulla di ciò che c'è lì ti appartiene e che neanche tutte le cose che percepisci hanno alcun significato. 


Sicuramente faresti di tutto per ritornare a casa tua, con i tuoi, e sapresti che tutti sono parte di te e che non hai bisogno nulla perché già sei il tutto. Ti amo. 
Un corso di miracoli. 
Capitolo 7.
I Regali del Regno. 
X- La confusione tra la gioia e dolore.

1. Il Regno, allo stesso che questo mondo, è il risultato di certe premesse. 

Può essere che hai portato il ragionamento dell'ego alla sua conclusione logica, che è una confusione totale rispetto a tutto

Se in realtà tu vedessi ciò che risulta di questo ragionamento lo rifiuteresti.

L'unica ragione perché tu potessi desiderare alcun aspetto di ciò che risulta di quel ragionamento è che non raggiungi a vedere la sua totalità. 

Sei disposto ad esaminare le premesse dell'ego ma non la sua conclusione logica. 

Non sarebbe possibile se avessi fatto lo stesso con le premesse di Dio?

Le tue creazioni sono la conclusione logica delle Sue premesse. 

Il pensiero di Dio le ha stabilite per te. Si trovano esattamente dove le corrispondono di stare. 

Dove le corrispondono di stare è nella tua mente, come parte della tua identificazione con la Sua.

Sebbene, il tuo stato mentale, così come il riconoscimento da parte tua di ciò che si trova nella tua mente, dipende da ciò che credi riguardo a essa. 

Siano quali siano queste credenze, costituiscono le premesse che determineranno quello che accetti nella tua mente.
2. Non c'è dubbio che puoi accettare nella tua mente ciò che non si trova in essa, così come anche negare ciò che c'è. 

Tuttavia, puoi anche negare la funzione che Dio stesso ha affidato alla tua mente attraverso la Sua, non puoi evitare la sua espressione.

Quella funzione è la conclusione logica di ciò che sei. 

La capacità di vedere la conclusione logica di qualcosa dipende da che sei disposto a vederla, ma la verità di quella conclusione non ha nulla a che vedere con che tu sia disposto.


La verità è la volontà di Dio. 

Condividi la Sua Volontà e starai condividendo la Sua conoscenza. 

Nega che la Sua Volontà sia la tua e starai negando il Suo Regno e il tuo.
3. Lo Spirito Santo ti guiderà soltanto con l'obbiettivo di evitarti la sofferenza. 

Ovviamente nessuno si opporrebbe a che quell'obbiettivo fosse riconosciuto. 

Ma il problema non sta in se ciò che lo Spirito Santo dice è la verità o no, ma nel se vuoi ascoltarlo o no.

Non puoi riconoscere ciò che è doloroso e nella stessa maniera non sai ciò che è felice. Infatti sei incline a confondere entrambe le cose.

La funzione primordiale dello Spirito Santo è insegnarti a distinguere tra una e l'altra. 

Quello che fa felice ti provoca dolore all'ego e mentre tu avrai dubbi rispetto a ciò che credi continuerai confondendo la gioia con il dolore.

Questa confusione è la causa del concetto di sacrificio. 

Obbedisci allo Spirito Santo e starai rinunciando all'ego. 

Ma non starai sacrificando nulla

Al contrario starai guadagnando tutto. 

Se credessi questo non avresti conflitti.
4. Perciò è perché devi dimostrare a te stesso l'ovvio

Per te non è ovvio. 

Credi che fare l'opposto alla volontà di Dio sarà più vantaggioso per te.

Credi anche che è possibile fare l'opposto alla volontà di Dio. 

Quindi, credi di avere davanti a te una scelta impossibile, la quale è allo stesso tempo temibile e desiderabile.

Tuttavia Dio dispone, non desidera

La tua volontà è tanto poderosa come la Sua perché è la Sua. 

I desideri dell'ego non significano nulla, perché l'ego desidera l'impossibile.

Puoi desiderare l'impossibile, ma soltanto puoi esercitare la tua volontà in armonia con quella di Dio

In questo si trova la debolezza dell'ego, così come la tua forza. Un corso di miracoli.



Quello che fa felice te provoca dolore all'ego. Parte 2.


Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.