29 gen 2014

Mettendo in pratica la metodologia dello sdoppiamento del tempo.Quinta parte-D.

Sat Nam Caro fratello e sorella!! Continuiamo con il terzo piano: il piano mentale, dello sdoppiamento del tempo della metodologia di Alejandra Casado. 

Spero che a questo punto già hai capito cosa si tratta la metodologia e la stai mettendo in pratica. 

Vedrai come il tuo essere originale ti darà tutte le risposte e queste cambieranno le tue percezione e il tuo futuro. Ti amo.

Metodologia del piano mentale
Guida per il terzo piano: continuazione.

Cosa significa trasportare la informazione del massimo passato al massimo futuro stando nel neutro?

Ogni volta che ti alleni con l'emisfero sinistro e destro puro la trasmissione della informazione è a livello quantico, vuole dire che non contiene nulla. Arriva un momento che è vibratorio.

Non sappiamo che informazione sta migrando dagli osservatori del passato agli osservatori del futuro.

Non sappiamo nulla perché è semplicemente una percezione vibratoria. Arriva a tale velocità e noi non riusciamo a  fermarla, quindi sembra che non ha contenuto.

E' come quando stiamo nel computer e vogliamo mettere una cartella dentro un'altra cartella o a un disco, noi non riusciamo a vedere il contenuto nella fase del trasferimento, ma comunque è in corso.

L'informazione è un pacco di dati di alta velocità. Questo è lo stato ideale. Perché quando pensi di mettere l'informazione che vuoi nel vassoio e pensi questo si e questo no, allora inizia l'interpretazione. Questa interpretazione è una connessione di tanti elementi con una logica in distorsione. Quello ferma la velocità.

Semplicemente l'unica cosa che devo fare è collocarmi nel punto zero e prendere la referenza dell'originale che chiude e apre il tempo, dove la sua domanda originale sarà l'osservatore del passato e la sua risposta originale sara l'osservatore della maggiore velocità del futuro.

Con collocarmi in questo punto e mettere gli osservatori nel piano ci sarà un trasferimento d'informazione a livello quantico.
Se noi sciogliamo le distorsioni degli osservatori del passato, le distorsioni più primarie del piano, tutti i problemi, conflitti, sintomi che si appoggiano nelle distorsioni primarie la vita si organizza perfettamente perché la percezione cambia.

Non ha nulla a che vedere con la risoluzione dei problemi. Già non è necessario la decodificazione, le costellazione famigliare, non hai bisogno di fare nulla, perché lavorare con questo è lavorare con una velocità molto bassa.

Tutte le distorsioni primarie sono eliminate dall'altro polo del piano che corrisponde al futuro.

Allora mi metto nello zero e semplicemente assumo le posizione dei sette piani dell'asse, assumo che io sono un originale che si manifesta in ognuno di loro, e semplicemente permetto che si trasferisca l' informazione a una velocità estremamente alta e che per me è como uno stato di vibrazione.

Ogni volta che inizi a praticare il neutro avrai una percezione che già stai vibrando ad altra velocità.
Iniziamo con la guida: Guida per fare la metodologia del piano mentale.pdf
Piano mentale: ricorda la sua posizione. Abbiamo sopra l'essenza originale, dopo il punto del campo quantico, dopo il punto delle distorsioni, dopo il piano dell'anima e il piano di oggi il piano mentale, dopo il piano emozionale e il fisico, dove le risposte sono più lente ad arrivare. 

Si osserviamo che nel piano fisico la linea è più lunga questo significa che è il piano più lento e che le risposte tardano troppo tempo ad arrivare. 

Tante persone dicono che è lo stesso se faccio la metodologia mentalmente che con i fogli sul pavimento. Non è lo stesso perché quando prendiamo una posizione e camminiamo attraverso i fogli che hanno il numero che corrisponde al piano e la parola passato(past)e future che è in inglese, cambia la nostra implicazione neurologica.

Perché è in inglese? 

Perché questa lingua è universale e ha tantissimo a che vedere come sta montato il cosciente collettivo e ha una gamma più al di là di quello che abbiamo potuto capire oggi. Non si capisce dalla filosofia perché è totalmente pratico l'uso dell'inglese. Queste parole in inglese hanno un ruolo.

Ogni paese ha anche un ruolo nello sdoppiamento.Questo lo vedremo più avanti. però per arrivare a questo dobbiamo lavorale bene con questi tre primi piani che sono la base per gli altri e per sostenere il processo.
Guarda l'immagine: i piedi che vedi nel disegno, significa che ti devi mettere nel centro dei fogli che già hai preparato. collocare il futuro o il passato dipende di dove tu lo metti.

Per la maggioranza delle persone il passato va a sinistra e il futuro a destra, ma questo lo decidi tu, decidi neurologicamente il tempo, non c'è nessun problema, non implica nulla di sbagliato.
Comunque è transitorio perché una volta che stiamo nella 7 ° quarantena, già tutto ciò non ti importerà  perché già saranno cambiate le tue referenze neurologiche. 

Quando entri ad un'altra velocità già non sarà importante, questo di mettere il futuro al sinistra o a destra perché il sistema di referenza ti fa diventare libero.
Tornando alla guida, mi metto nel centro dei fogli con i piedi verso la direzione dei numeri. Quando sto camminando verso il futuro mi metto in modo che il foglio di destra rimanga tra i miei piedi.

Perché inizio camminando verso il futuro? Questo è perché io sto ricevendo nel mio vassoio l'informazione dell'osservatore del passato, che è la prima cosa che faccio nella metodologia. Dopo la porto all'osservatore del futuro.
Che cosa è il vassoio? E' una risorsa che abbiamo per non associarci con ciò che arriva dell'osservatore del passato, per aiutarci ad essere neutri, senza coinvolgerci con quella informazione.

Quando lascio il vassoio? Lo lascio subito quando arrivo all'osservatore del futuro. E' un vassoio virtuale. A questo punto lascio tutto li e senza pensarci più continuo il processo, dopo questo ritorno alla posizione del presente. A questo punto è stata eseguita la prima metta dell'8.

Nel presente ricevo l'informazione dell'osservatore del massimo futuro del piano, è la stessa informazione che ho portato nel vassoio, più le risposte. Queste risposte stanno nel mio campo, alla mia disposizione e io le accetto e le respiro.
Qui non ho bisogno di capire o interpretare nulla perché tutto funziona da solo. Soltanto devo accettare l'informazione a livello quantico, è come se fossero puntini di luce che io respiro con l'accettazione. Questo è tutto.

Da questo punto cammino verso il passato, colloco i piedi come prima verso l'altro lato con il foglio del passato tra i piedi. Vado al passato di nuovo perché semplicemente è un osservatore che stava in connessione con l'esperienza di quella distorsione.

In questo momento questo osservatore del passato va ad essere la mia fonte di combustibile.

Come faccio che questo osservatore del passato, che mi da esperienze, sia un passato che mi fornice potenzialità?

Mentre cammino dal presente io cambio la logica dell'osservatore del passato e lascio che tutti i propri elementi vengano rilasciati e in questo modo il futuro li riordina. Allora in questo punto irradio l'informazione quantica che mi è arrivata dal futuro stando nel presente.

Quando l'osservatore del passato riceve un calibro di informazione di moltissima più alta frequenza si trasforma. L'informazione che ho portato al passato de per sé, trasforma la percezione del passato. Qui l'unica cosa che faccio è permettere che questo osservatore si modifichi.
Una volta che ho fatto questo ritorno al presente e mi connetto di nuovo con l'asse Y, già ho finalizzato l'8 e controllo che i due osservatori siano equilibrati. Da questo punto sono attivati.


Dal punto zero e della prospettiva dell'essenza originale che chiude il tempo, che è anche quello che lo ha aperto, inizio a vivere nell'anticipazione. L'anticipazione è la logica originale, semplicemente è riconoscere questo.

Alejandra dice anche di  fare una seconda volta il processo mettendo nel vassoio il kernel, il programma. Ma io lo consegno nella prima parte in modo che faccio solo un giro, completo solo un 8. Se vuoi puoi fare come meglio credi.
Il kernel: è il programma più basico che controlla il corpo mentale. Stiamo parlando del più remoto dell'esperienza mentale, le strutture con le quali creo tutto il mentale che è in funzione del passato e la sopravvivenza.

Tutto ciò lo metto in controllo dell'originale, perché sto preparando un corpo mentale ad esso, allora ho bisogno che la struttura si adegui in funzione dell'originale e non della sopravvivenza.

Tutte le mie esperienze si convertono in combustibile per la mia coscienza. Il kernel va ad essere scansionato a livello strutturale.

Il primo giro è a livello di contenuto e il secondo a livello strutturale. Dopo che il futuro scansiona l'informazione vado al presente, lì ricevo tutte le scansioni e semplicemente quando vado al passato irradio tutta la nuova struttura. Qui è tutto.

Come vedi il lavoro del presente è molto comodo solo si deve avere ben chiaro le referenze ed avere ben chiaro da dove vengo e dove vado. L'anticipazione fa che il cammino sia assolutamente leggero.
Grazie e continuiamo nel prossimo post. Ti amo e siamo uno!! Te sei me e io sono te. Namastè!!

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Piano 8.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Piano 7.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Piano 6. Parte 7.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Piano 6. Parte 6.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Piano 6. Parte 5.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Piano 6. Parte 4.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Piano 6. Parte 3.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Piano 6. Parte 2.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Piano 6. Parte 1

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Quinto piano. Parte 5.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Quinto piano. Parte 4.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Quinto piano. Parte 3.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Quinto piano. Parte 2.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Quinto piano. Parte 1.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Quarto piano. Parte 6.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Quarto piano. Parte 5.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Quarto piano. Parte 4.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Quarto piano. Parte 3.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Quarto piano. Parte 2.

Prospettiva dello Sdoppiamento del tempo. Quarto piano. Parte 1.

Lo sdoppiamento del tempo attraverso la metodologia di Alejandra Casado. Parte 1

Mettendo in pratica la metodologia dello sdoppiamento del tempo. Seconda Parte.

Mettendo in pratica la metodologia dello sdoppiamento del tempo. Terza parte.

Mettendo in pratica la metodologia dello sdoppiamento del tempo. Quarta parte.

Mettendo in pratica la metodologia dello sdoppiamento del tempo. Quinta parte-A.

Mettendo in pratica la metodologia dello sdoppiamento del tempo.Quinta parte.B

Mettendo in pratica la metodologia dello sdoppiamento del tempo.Quinta parte-C

Sogni e l'aperture temporali. Lo sdoppiamento del tempo. Parte 4

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO