Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

07 ago 2014

La tua relazione non è stata distrutta, ma è stata salvata. Parte 1.

Sat Nam bello essere divino! Tante benedizioni in questo giorno perfetto. Che oggi sia una giornata serena e di pace dove tu possa contemplare tutto con la visione di Cristo

Padre non permettere che il tuo mondo santo sia inosservato oggi per me. 


Non permettere che le mie orecchie siano sorde a tutti gli inni di gratitudine che il mondo canta sotto i suoni della paura. 


C'è un mondo reale che il presente mantieni al sicuro da tutti gli errori del passato. 


E questo è l'unico mondo che vogliono avere davanti ai miei occhi oggi.

Mascara Nero Eyeyurvedic
K-Veda
Capitolo 17
Il perdono e la relazione santa.
V-La relazione che è guarita.
Scaricare audio mp3. Scaricare pdf. 

1. La relazione santa è l'espressione dell'istante santo mentre uno vive in questo mondo. 

Come tutto è relativo alla salvezza, l'istante santo è un dispositivo pratico del quale da fede i suoi risultati.

L'istante santo non fallisce mai. 

L'esperienza che suscita si lascia sentire sempre. 

Però se non viene espressa non può essere ricordata.

La relazione santa è un costante ricordare a te stesso dell'esperienza nella quale la relazione è diventata ciò che è.

E in questo modo la relazione non santa è un continuo inno d'odio in lode al suo creatore e nello stesso tempo è anche un felice cantico di lode al Redentore delle relazioni.
2. La relazione santa che è il passo cruciale verso la percezione del mondo reale, è qualcosa che si impara. 

E' la relazione non santa di prima ma trasformata e vista con altri occhi.

La relazione santa è un successo educativo straordinario. 

La relazione santa è in tutti i suoi aspetti -Inizio-sviluppo-consumazione- l'opposto alla relazione non santa.

Consolati con questo: l'unica fase difficile è l'inizio. 

Perché in questa tappa l'obbiettivo della relazione cambia da subito all'opposto di ciò che era prima.

Questo è il primo risultato ottenuto da quando è stata offerta la relazione allo Spirito Santo, al fine che Egli possa avvalersi di essa per i Suoi fini.
3. Lo Spirito Santo accetta questo invito subito e non ritarda neanche un solo istante nell'offrire a te i risultati pratici derivati dall'aver chiesto a Egli di intervenire.

Il Suo obbiettivo rimpiazza subito il tuo. 

Questo si verifica rapidamente ma sembra di alterare la relazione, dislocarla e persino produrre grande tensione.

La ragione di questo è molto ovvia: la relazione nella maniera che è adesso non è in armonia con il suo proprio proposito, ed è chiaramente inadeguata per il nuovo proposito che è stato accettato per essa.

Nella sua condizione profana il tuo obbiettivo era l'unica cosa che sembrava di darle significato. 

Adesso non sembra di avere nessun senso.

Perché una volta che la relazione non santa accetta l'obbiettivo della santità non torna mai ad essere ciò che era prima.
4. La tentazione dell'ego diventa estremamente intensa con questo cambiamento degli obbiettivi.

Perché la relazione non è cambiata ancora sufficientemente come per mantenere completamente immune l'attrazione del suo obbiettivo previo e la sua struttura si vede adesso “minacciata” quando viene riconosciuto l'inadeguata che è per soddisfare il suo nuovo proposito.

Il conflitto tra gli obbiettivi e la struttura della relazione è tanto evidente che non possono coesistere. Però adesso non possono essere cambiati gli obbiettivi.

Perché dopo essere rimasto fermamente stabilito nella relazione non santa non rimane nessun'altra alternativa che quella di cambiare la relazione per metterla a posto.

Fino a che questa felice soluzione non si veda e venga accettata come l'unica maniera di mettere fine al conflitto, la relazione sembrerà di avere grandi difficoltà.
5. Cambiare gli obbiettivi piano piano non sarebbe benevolo perché il contrasto perderebbe definizione e quello darebbe tempo all'ego di reinterpretare ogni passo a modo suo.

Soltanto un cambiamento radicale del proposito può produrre un cambio di parere assoluto rispetto agli obbiettivi della relazione.

Man mano che si produce questo cambiamento e fino a che si raggiunge, la relazione diventa progressivamente più grata e benefica.

Però all'inizio la situazione che si sperimenta è precaria. 

Perché è una relazione che due individui hanno intrapreso per perseguitare i propri sogni profani che all'improvviso ha come obbiettivo la santità.

Quando tali individui contemplano la sua relazione dal punto di vista di questo nuovo proposito, si sentono inevitabilmente spaventati.

La sua percezione della relazione può persino diventare irregolare. 

Tuttavia la maniera in cui la sua percezione era organizzata prima non serve già per gli obbiettivi che hanno stabilito di raggiungere.
6. Adesso è il momento in cui devi avere fede. Hai permesso che gli obbiettivi siano stabiliti per te. Questo è stato un atto di fede.

Non perdere la fede adesso, poiché ti stanno dando le ricompense per avere fede.

Se hai creduto che lo Spirito Santo era presente per accettare la relazione, perché non potresti credere adesso che ancora continua ad essere presente per purificare ciò che Egli stesso ha accettato di dirigere?

Abbi fede in tuo fratello durante questo tempo che sembra di essere un periodo difficile. 

L'obbiettivo è stato già stabilito. La mente sana è il proposito della tua relazione.

Perché la relazione che hai adesso è una relazione demente, riconosciuta come tale alla luce del suo obbiettivo.
7. Adesso l'ego ti consiglia “sostituisci questa relazione per un'altra in modo che tu possa tornare a perseguitare il tuo vecchio obbiettivo. L'unica maniera di liberarti della angoscia è sbarazzandoti di tuo fratello. Non devi separarti da lui del tutto se non vuoi farlo, però devi escludere da lui una grande parte delle tue fantasie per poter conservare la mente sana”.

Non dare attenzione a questi consigli. 

Tieni fede in Quello che ti ha risposto. Egli ti ha ascoltato. 

O forse non era molto esplicita la Sua risposta?

Non sei già completamente demente. 

Puoi per caso negare che Egli è stato molto chiaro in quello che ti ha detto?

Adesso ti chiede di continuare ad avere fede per un periodo di tempo anche se ti sentirai disorientato.

Perché questo passerà e vedrai emergere ciò che giustifica la tua fede, regalandoti una indiscutibile convinzione.

Non abbandonare lo Spirito Santo adesso, né abbandonare tuo fratello. 

Questa relazione è rinata di nuovo come una relazione santa.
8. Accetta piacevolmente ciò che non capisci e permetti che ti sia spiegato man mano che percepisci come opera in essa questo nuovo proposito per farla diventare santa.

Non ti mancheranno le opportunità di colpevolizzare tuo fratello per il “fallimento” della vostra relazione, perché ci saranno momenti in cui questa sembrerà di non avere nessun proposito.

Una sensazione di vagare alla deriva verrà a tormentarti e a ricordarti le molteplici maniere con cui prima hai cercato di trovare soddisfazioni e con cui hai creduto di averle trovate.

Non ti dimenticare del dolore che in realtà hai trovato né dare vita al tuo debole ego. 

Perché la tua relazione non è stata distrutta, ma è stata salvata. Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli
Psillio - Semi