24 lug 2014

Nessuno considera strano amare e odiare allo stesso tempo. Parte 2.

Sat Nam bello essere divino! Tante benedizioni in questo giorno perfetto. Oggi la verità appare davanti i nostri occhi e vediamo tutto quello che prima non potevamo vedere. Ti amo! Namastè!!

Oggi i sogni sono finiti. Ora la verità occupa il suo posto. Oggi sono libero. La mia libertà è garantita.


Perché dovrei essere in attesa della mia libertà ancora incatenato, quando sono già stato liberato dalle mie catene e Dio mi offre la libertà adesso?


Oggi voglio accettare le Tue promesse e io depositerò la mia fede in loro.

Mio padre ama a quello che ha creato come suo figlio. Potrei negare a me stesso i regali che mi hai fatto?
Magnesio Supremo
Confezioni da 150 gr, 300gr o in bustine dosate
Capitolo 16
Il perdono delle illusioni.
V-La decisione di raggiungere la complessione.
9. L'attrattivo dell'inferno è unicamente nella terribile attrazione della colpevolezza, che l'ego offre a quelli che depositano la sua fede nella piccolezza.

La convinzione della piccolezza si trova in ogni relazione speciale, giacché soltanto quelli che considerano se stessi bisognosi potrebbero dare valore allo specialismo.

Esigere che ti consideri speciale e la credenza che fare che l'altro si senta colpevole è un atto di amore, fa diventare l'amore in qualcosa di odioso.

Il vero proposito della relazione speciale- in stretto accordo con gli obbiettivi dell'ego- è distruggere la realtà e sostituirla dalle illusioni.

Perché l'ego in se è una illusione e solo le illusioni possono dare testimonianza della sua “realtà”
10. Se percepisse la relazione speciale come un trionfo su Dio, la desidereresti?

Non pensiamo alla sua naturalezza terrificante, né alla sua colpevolezza che necessariamente porta, né alla tristezza, né alla solitudine.

Perché quelli non sono che attributi della dottrina della separazione e di tutto il contesto in cui si crede che questa ha luogo.

Il tema centrale della sua litania di sacrificio è che perché tu possa vivere, Dio deve morire. E quello è il tema che si esteriorizza nella relazione speciale.

Attraverso la morte del tuo io, credi di poter attaccare l'io dell'altro, togliendoselo e così rimpiazzare l'io che tu odi.

E lo odi perché pensi che no ti offre il tipo di specialismo che tu vuoi. E odiandolo lo fai diventare qualcosa di infimo e indegno, perché hai paura di lui.

11. Come potresti dare potere illimitato a ciò che credi di aver attaccato? 

La verità è diventata tanto temibile per te, che almeno che sia debole, insignificante e immeritevole di dare valore, non avrai il coraggio di guardarla di fronte.

Pensi che sei più in salvo dotando al piccolo io che hai inventato con il potere che hai tolto alla verità, ad averla superata e averla lasciata indifesa.

Osserva la precisione con cui si mette in funzionamento questo rito nella relazione speciale. Un altare è eretto tra due persone separate, nei quali ognuna tenta di uccidere il suo io e stabilire nel corpo, altro io che il suo potere deriva dalla morte dell'altro.

Questo rito si ripete una ed un'altra volta. E non si completa mai, né sarà mai completo. Il rito di complessione non può completare, perché la vita non viene dalla morte, né il Cielo dall'inferno.
12. Ogni volta che alcuna forma di relazione speciale ti possa tentare a cercare l'amore in riti, ricorda che l'amore non è forma ma contenuto.

La relazione speciale è un rito di forma, il cui proposito è esaltare la forma, perché possa occupare il posto di Dio a spese del contenuto.

La forma non ha nessun significato né lo avrà mai. 

La relazione speciale dev'essere riconosciuta come quello che è: un rito assurdo nel quale si estrae forza dalla morte di Dio e si trasferisce al Suo assassino, come prova che la forma ha trionfato sul contenuto e che l'amore ha perso il suo significato. 

Desidereresti che questo fosse possibile, a parte che è evidente che non lo è? Di essere possibile, avresti fatto diventare te stesso un essere indifeso? 

Dio non è arrabbiato. Semplicemente non ha potuto permettere che questo accadesse. E tu non puoi fare che Egli possa cambiare di parere rispetto a questo. 

Nessun rito che hai inventato in cui la danza della morte ti delizia, può provocare la morte dell'eterno, né quello che hai scelto per sostituire la Pienezza di Dio può esercitare influenza alcuna sopra di essa.
13. Non vedere nella relazione speciale altra cosa che il tentativo assurdo di voler anteporre altri dei davanti Egli e di adorarli, e nascondere la sua piccolezza e la grandezza di Dio.

Nel nome della tua propria complessione non desiderare questo.

Perché qualsiasi idolo che anteponi a Egli, si antepone anche a te e usurpa il posto di ciò che veramente sei.
14. La salvezza è nel semplice fatto che le illusioni non sono da temere, perché non sono la verità.

Ti sembreranno temibili nella misura in cui non la riconosci come quello che sono e non le riconoscerai come quello che sono nella stessa misura in cui desideri che siano la verità.

Nella stessa misura starai negando la verità e non portando alla fine la semplice scelta tra la verità e le illusioni, tra Dio e le fantasie. 

Ricorda questo e non ti sarà difficile percepire la scelta esattamente come è, e soltanto come è.
15. Il nucleo dell'illusione della separazione sta semplicemente nella fantasia che è possibile distruggere il significato dell'amore. 

E a meno che sia ristabilito in te il significato dell'amore, tu che condividi il suo significato, non potrai conoscere te stesso.

La separazione non è che la decisione di non conoscere te stesso. Tutto questo sistema di pensiero è una esperienza di apprendimento attentamente ordita, disegnata per separarti dalla verità e condurti alle fantasie.

Però per ogni insegnamento che possa farti del male, Dio ti offre la correzione e la scappatoia totale da tutte le sue conseguenze.
16. Decidere tra se ascoltare o non gli insegnamenti di questo corso e seguirli, non è che scegliere tra la verità o le illusioni.

Perché in questo corso si fa una chiara distinzione tra la verità e le illusioni e non si confondono in assoluto. Quanto semplice diventa questa scelta quando è percepita esattamente come è!

Perché solo le fantasie fanno che la scelta sia confusa, ma le fantasie sono totalmente irreali.
17. Questo è quindi l'anno in cui devi portare alla fine la scelta più facile a cui ti sei affrontato mai e anche è l'unica.


Attraverserai il ponte che conduce alla realtà semplicemente perché ti renderai conto che Dio è dall'altra parte e che qui non c'è niente in assoluto

E' impossibile non effettuare la scelta che naturalmente porteresti alla fine se ti rendesi conto di questoUn corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli
L'illusione del tempo
Dentifricio Solubile Salino - Weleda
Per un'attiva igiene orale

Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO