Visualizza questo blog in altra lingua.

Se il tuo cuore lo sente,dona un po della tua abbondanza...TI AMO

10 lug 2014

Il sacrificio non è amore ma attacco.

Sat Nam bello essere divino! Tante benedizioni in questo giorno perfetto.

Dio non perdona perché non ha mai condannato. E deve essere prima la condanna perché il perdono sia 
necessario. 

Il perdono è il più grande bisogno in questo mondo e questo è perché è un mondo di illusioni. 


Quelli che perdonano si sono liberati dalle illusioni, mentre coloro che si negano  a perdonare sono legati a loro. 


Quando condanni, stai condannando a te stesso, nello stesso modo quando perdoni stai perdonando te stesso. 

Ma se Dio non perdona, il Suo amore è tuttavia la base del perdono. La paura condanna e l'amore perdona. 


Il perdono, dunque, annulla quello che la paura ha prodotto e riporta alla mente la coscienza di Dio.

Mp3 - I Vestiti dell'Anima nel Guardaroba di Dio
The Soul's Garments In The Wardrobe Of God
Capitolo 15
L'istante santo
X- L'ora della rinascita.
Scaricare audio mp3. Scaricare pdf.


1. Mentre continui ad essere nel tempo avrai il potere di ritardare la perfetta unione che esiste tra il Padre e il Figlio. Perché in questo mondo l'attrazione della colpevolezza si interpone tra di loro.

Nell'eternità né il tempo né le stagioni dell'anno hanno nessun significato. 

Però qui la funzione dello Spirito Santo è avvalersi di entrambe le cose, ma non nella maniera in cui le fa l'ego.

Questo è il tempo in cui si celebra la mia nascita nel mondo. 

Però non sai come festeggiarlo. 

Permetti che lo Spirito Santo ti insegni e permettimi di festeggiare la tua nascita attraverso Egli. 

L'unico regalo che posso accettare da te è il regalo che ti ho fatto prima.

Liberami nella stessa maniera in cui io ho scelto di liberare te. 

Festeggiamo l'ora di Cristo insieme perché questa non significa niente se siamo separati.
2. L'istante santo è veramente l'ora di Cristo. 

Perché in quell'istante di liberazione il Figlio di Dio non può essere colpevole di niente e in questa maniera viene restituito il suo potere illimitato.

Quale altro regalo puoi offrirmi quando io ho scelto di offrirti solo questo? 

Vedere me è vedere tutti coloro e offrire a tutti i regali che offri a me.

Io sono tanto incapace di ricevere sacrifici nella stessa maniera che neanche Dio li può ricevere e ogni sacrificio che esigi a te stesso lo esigi anche a me.

Devi riconoscere che qualsiasi classe di sacrificio non è che una limitazione che imponi all'atto di dare. 

E attraverso questa limitazione stai limitando l'accettazione del regalo che io ti offro.
3. Noi che siamo uno non possiamo essere separati. 

Quando sarai disposto a riconoscere che la nostra relazione è reale, la colpevolezza smetterà di esercitare attrazione su di te.

Perché nella nostra unione accetterai tutti i nostri fratelli. 

Sono nato con l'unico proposito di dare il regalo della unione. Dallo a me perché in questa maniera tu possa disporre di esso.

L'ora di Cristo è l'ora segnalata per il regalo della libertà che è stato offerto a tutti coloro. 

E quando tu lo accetti, lo offri a tutti.
4. Nelle tue mani sta che questa epoca dell'anno sia santa, e nelle tue mani sta il fatto che l'ora di Cristo abbia luogo in questo istante.

E possibile fare questo subito, perché l'unica cosa di cui si ha bisogno è di un cambiamento di percezione, giacché unicamente hai commesso un errore.

Sembrano di essere tanti, pero tutti loro sono in realtà gli stessi. 

Perché anche se l'ego si manifesta in molti modi, è sempre l'espressione di una stessa idea. 

Ciò che non è amore è sempre paura e niente più che paura.
5. Non è necessario seguire la paura per tutte le difficili strade sotterranee nelle quali si nasconde nella oscurità, per dopo emergere in una maniera molto diversa da ciò che sei. 

Però sì è necessario esaminare ognuna di loro mentre ancora conservi il principio che governa tutte.

Quando sarai disposto a considerarle, non come manifestazioni indipendenti, ma come differenti espressioni di una stessa idea, le quali non le desideri già, spariranno insieme.

L'idea è semplicemente questa: credi che è possibile essere ospite dell'ego o prigioniero di Dio. 

Queste sono le opzioni che credi si avere davanti a te e credi nella stessa maniera che la tua decisione deve essere tra una e l'altra.

Non vedi altre alternative, perché non puoi accettare il fatto che l'idea di salvezza non apporta niente. 

Il sacrificio è un elemento tanto speciale nel tuo sistema di pensiero che l'idea della salvezza senza il bisogno di dover offrire alcun sacrificio non significa nulla per te.

La tua confusione tra ciò che è il sacrificio e ciò che è l'amore è tanto acuta che ti risulta impossibile concepire l'amore senza sacrificio. 

E di ciò che devi renderti conto è che il sacrificio non è amore ma attacco. Solo con accettare questa idea, la tua paura dell'amore sparirebbe.

Una volta che è stata eliminata l'idea del sacrificio non potrai continuare ad avere colpevolezza. 

Perché l'idea del sacrificio è che qualcuno deve sempre pagare perché l'altro possa guadagnare. 

E l'unica questione pendente è a quale prezzo e in cambio di che cosa.
6. Come ospite dell'ego credi che puoi scaricare tutta la tua colpevolezza sempre che così lo desideri e comprare in questo modo la pace.

E non sembri di essere tu quello che paga. E anche se è ovvio che l'ego esige di essere pagato, non sembra mai che è a te a chi lo esige.

Non sei disposto a riconoscere che l'ego, a chi tu hai invitato, tradisce unicamente a ciò che credono di essere il suo ospite.

L'ego non ti permetterà mai di percepire questo, giacché questo riconoscimento lo lascerebbe senza casa.

Perché quando questo riconoscimento sia chiaro, nessuna apparenza che l'ego possa adottare per nascondersi dalla tua vista ti potrà ingannare.

Ogni apparenza sarà riconosciuta chiaramente soltanto come una maschera dell'unica idea che si nasconde tra tutte loro: Che l'amore esige sacrificio e che pertanto è inseparabile dall'attacco e dalla paura.

E che la colpevolezza è il prezzo dell'amore il quale deve esser pagato con paura.
7. Quanto temibile quindi è diventato Dio per te. 

E quanto grande è il sacrificio che credi che esige il suo amore.

Perché amare totalmente è diventato per te un sacrificio totale. 

E in questa maniera l'ego sembra di esigerti meno che Dio e tra questi due mali, consideri questo il minore: a uno di loro forse si deve temere un poco, ma l'altro, quello si deve distruggere.

Perché consideri che l'amore è distruttivo e l'unica cosa che ti chiedi è: chi sarà distrutto, tu o l'altro? 

Cerchi la risposta a questa domanda nelle tue relazioni speciali, nelle quali in parte sembra di essere il distruttore e in parte quello che è stato distrutto, anche incapace di essere una o altra cosa completamente.
8. Credi che tutti coloro esigono alcun sacrificio da te, non ti rendi conto che sei tu l'unico che esige sacrifici e unicamente da te stesso.

Esigere sacrifici nonostante ciò è qualcosa di brutale e tanto temibile che non puoi accettare dove si trova quella esigenza. 

Il vero prezzo di non accettare questo fatto è stato tanto grande che prima di guardarlo di fronte hai preferito rinunciare a Dio.

Perché se Dio esigesse a te un sacrificio totale sembrerebbe meno pericoloso proiettarlo Egli
all'esterno e allontanarlo da te che essere il Suo ospite.

Hai attribuito a Egli il tradimento dell'ego e hai invitato a esso ad occupare il Suo luogo perché ti proteggesse da Egli.

E non ti rendi conto che a ciò che hai aperto la porta è precisamente a ciò che ti vuole distruggere e a ciò che esige che ti sacrifichi totalmente.

Nessun sacrificio parziale può distruggere questo crudele invitato, perché è un dilagante che soltanto sembra di essere gentile ma cercando sempre che il sacrificio sia totale.
9. Non otterrai che essere un prigioniero parziale dell'ego, perché lui non mantiene le sue promesse e ti spoglierà di tutto.

Non potrai neanche essere il suo ospite solo in parte. 

Devi scegliere tra la libertà assoluta e la schiavitù assoluta, perché queste sono le uniche alternative che esistono.

Hai tentato di compromettere mille volte al fine di evitare di riconoscere l'unica alternativa per la quale ti devi decidere.

Sebbene riconoscere questa alternativa così come è, è ciò che fa che sceglierla sia tanto facile. La salvezza è semplice per essere di Dio ed è pertanto molto facile da capire.

Non tentare di proiettarla e vederla come qualcosa che si trova all'esterno.

In te si trovano tanto la domanda come la risposta, ciò che ti esige sacrificio così come la pace di Dio. Un corso di miracoli.

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli

Mp3 - Manifestare Attraverso La Mente Di Dio
Manifesting Through The Mind Of God